Tallio: Valdicastello, con le prossime bollette 84mila euro di rimborsi per 253 utenti per tre anni di acqua non potabile

Ambiente, ult. agg. 29.05.17 -
Vai a:   articolo principale       

L’amministrazione comunale di Pietrasanta porta a casa, e nelle tasche dei residenti della frazione collinare che hanno convissuto con la problematica tallio, subendo l’interruzione di un servizio essenziale, un risultato fino a qualche mese fa nemmeno immaginabile, ottenendo da Gaia Spa il rimborso della componente acqua chiesto a gran voce dai residenti da anni.

Il periodo di riferimento, per chi ha aderito all’accordo voluto dall'amministrazione comunale, e ottenuto dopo una lunghissima trattativa contro tutte le istituzioni interessate, va dal 31 maggio 2011 al 30 giugno 2014.

Previsto anche un ristoro per tutti gli abitanti di Valdicastello, 512 utenze complessivamente, per il periodo compreso tra il 30 giugno 2014 ed il 31 ottobre 2015. L’accordo, è bene ricordarlo, non esclude futuri contenziosi di carattere socio-sanitario da parte degli utenti poiché si tratta di un accordo di tipo amministrativo.

E’ stato il sindaco, Massimo Mallegni insieme al Vice Sindaco, Daniele Mazzoni, a ricordare ai cittadini di Valdicastello, in occasione dell’incontro al nuovo Museo delle Miniere con Gaia Spa, il percorso che ha portato a un risultato molto importante e per qualcuno irraggiungibile:

“Quando abbiamo chiesto il rimborso, nel giugno 2015, in piena campagna elettorale, ci veniva detto per che non era una strada percorribile perché l’Autorità Idrica non lo aveva autorizzato assumendo una posizione di netta contrarietà. Oggi siamo arrivati alla fine di una parte del percorso che stiamo portando avanti da quasi due anni, da quando ci siamo insediati, per assicurare ai cittadini i loro diritti: l’acqua non era potabile ed è giusto non pagarla. E così sarà. Nella prossima bolletta 253 utenti, nostri concittadini, toccheranno con mano il risultato di una trattativa molto lunga e non semplice. Per la metà di loro, la componente dell’acqua sarà pari a zero. Per tutti gli altri ci sarà la possibilità di rateizzi fino a 39 mesi e di agevolazioni per chi ne avrà i requisiti. Non saranno applicati interessi ne sanzioni ed anche questo è un risultato importante”.

Presenti all’incontro il Direttore di Gaia Spa, Paolo Peruzzi, il Presidente Vincenzo Colle e la vice presidente, Maria Clorinda Martinengo, oltre ai  tecnici che hanno fornito ai residenti le informazioni sulle procedure di rimborso fornendo anche gli importi della prima bolletta che arriverà nelle case il 1 luglio. Le bollette arriveranno con cadenza bimestrale, e non trimestrale, per consentire l’allineamento con tutte le altre utenze entro il 2020.

“Grazie all'accordo sul rimborso delle bollette stipulato dalla nostra amministrazione – ha spiegato Mazzoni - oltre 160 utenze non pagheranno le prime fatture, 247 utenze pagheranno meno di 50 euro per oltre un anno di tariffazione. Chi ha firmato l'accordo con Gaia voluto dall'amministrazione pagherà poco o nulla con i rimborsi che scatteranno già dal 31 maggio 2011. Quello che era impossibile fino al 2015 oggi è realtà”.

L‘accordo non è stato sottoscritto da 259 utenti che non riceveranno il rimborso (circa 59mila euro) per il periodo compreso dal 31 maggio 2011 al 30 giugno 2014. L’ammontare complessivo dei rimborsi ottenuto dal Comune di Pietrasanta è di 141mila euro.

Le analisi ed i campionamenti, 300mila quelli fatti fino a qui, andranno avanti fino a che “la presenza di tallio, anche in quantità al di sotto del limite di legge, non sarà sparita”. Le utenze domestiche che hanno ancora problematiche di superamento dei limiti (22 in totale) continueranno a non pagare fino a che la presenza del tallio sarà debellata dalle tubazioni di casa. L'amministrazione ha detto a chiare lettere al gestore che deve sostituire e i tubi interni delle abitazioni.

Nei prossimi giorni sarà inviata ai residenti di Valdicastello una lettera riassuntiva delle attività svolte fino a qui dove saranno informati della vicenda della “rottura” con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa.