Ambiente: chip nei bidoncini per vigilare su conferimento corretto dei rifiuti

Ambiente, ult. agg. 06.06.17 -

I bidoni della attività commerciali dovranno riportare la dicitura dell’attività per essere facilmente individuabili. Orari ben individuati per l’esposizione e per il ritiro dei bidoncini, sia per utenti privati che per le attività commerciali, e gestione “sorvegliata” per la strada-vetrina di viale Roma che chiama in causa, ogni giorno, oltre 100 utenti tra bagni e alberghi.

Con una nuova ordinanza il Comune di Pietrasanta rinnova il rigore e le regole per un corretto conferimento dei rifiuti domestici e non, con l’obiettivo di continuare il percorso di riduzione della Tari, la tassa sui rifiuti che l’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni ha ridotto in maniera sensibile nell’ultimo biennio con benefici economici per imprese e cittadini.

Ma entriamo nello specifico.

Per gli stabilimenti balneari la raccolta differenziata, e quindi il ritiro dei rifiuti, sarà centralizzata nel caso delle attività presenti tra Piazza America ed il Jamaica Pub nella primissima mattinata con esposizione dei bidoni dalle 6.00 alle 7.00 per evitare l’interferenza con i mezzi di Ersu, gestore unico dei rifiuti, in località Marina di Pietrasanta con auto, biciclette, pedoni e conseguenti disagi.

Per tutti gli altri stabilimenti balneari la raccolta avverrà dalle ore 8.00 per evitare di lasciare i contenitori sul Viale a Mare durante le ore serali.

Discorso a parte il sabato: la raccolta sarà effettuata per tutti i balneari di notte per avere il Viale Roma pulito, e libero dai rifiuti, già dalle 9.00 della mattina per non assistere a scenari imbarazzanti che si sono verificati negli anni passati.

La domenica nessun ritiro sempre per ragioni di decoro. Il rigore arriverà fino in spiaggia con l’obbligo di raccolta differenziata e di dotarsi di raccoglitori per la raccolta differenziata.

La novità più significativa, dal punto di vista tecnologico, è l’inserimento di chip pianificato da Ersu e amministrazione, un componente elettronico di cui saranno dotati i nuovi bidoncini, “e che sarà utile – spiega Daniele Mazzoni, Vice Sindaco con delega ai rifiuti - per capire come e quanto ogni utenza smaltisce, ma anche chi non effettua la raccolta differenziata a danno di tutta la comunità, visto che la frazione indifferenziata ci costa parecchi soldi e la paga anche chi effettua la differenziata. Questo non era equo. Per chi non ha ancora i nuovi bidoncini chiediamo la collaborazione dei cittadini e delle imprese nei confronti di Ersu per installare il chip”.

L’ordinanza mette nero su bianco anche l’obbligo di raccolta differenziata anche per eventi su suolo pubblico, ambulanti, e banchetti, per contrastare il malcostume del conferimento indifferenziato così come il fatto che i bidoni fuori dagli orari di raccolta devono essere ritirati e non devono essere visibili dalla strada per evitare abbandoni.

L’ordinanza obbliga anche Ersu a segnalare le utenze che presumibilmente non effettuano la differenziata.

“Novità destinate a migliorare ulteriormente il servizio di raccolta e ridurre drasticamente l’abbandono dei rifiuti anche grazie all’attivazione dell’isola ecologica (per le sole utenze domestiche) in Piazza IV Novembre, in località Motrone dove è possibile conferire rifiuto urbano indifferenziato, oltre ai rifiuti urbani domestici in modalità differenziata e, nel caso di Strettoia, con la raccolta del verde (in alternativa all’Impianto Verde di Via Pontenuovo) il 1° ed il 15° giorno di ogni mese fino al 15 settembre, con orario 7.30- 13.30 (ad esclusione del 15 agosto, per tale giorno il servizio verrà posticipato al 16 agosto) nello speciale cassonetto mobile installato nel parcheggio del cimitero. - conclude il Vicesindaco Mazzoni -

Il grande impegno della nostra amministrazione e di Ersu va nella direzione di assicurare una maggiore raccolta differenziata, una tracciatura del rifiuto per arrivare sempre più vicini alla tariffa puntuale e come sempre una grande attenzione al decoro.

Viale a Mare libero da bidoni nel week end, raccolta modulata sulle diverse esigenze del territorio e la cippatura dei bidoncini consentiranno un ulteriore passo in avanti nella lotta a chi non differenzia i rifiuti e che costa alla comunità lavoro e denaro pubblico. Abbiamo abbassato la Tari a tutti i cittadini e a tutte le imprese, nessuno escluso, per due anni consecutivi, l’obiettivo è arrivare a nuovi tagli risparmiando sullo smaltimento dell’indifferenziato che ci costa moltissimo”.