Carta di identità elettronica

Anagrafe, ult. agg. 03.08.17 -

Dal 1 settembre 2017 il comune di Pietrasanta rilascerà la carta d'identità elettronica (CIE)

In sede di rilascio ci si può esprimere sulla donazione di organi e tessuti

La richiesta, che può essere presentata anche sei mesi prima della scadenza, deve essere fatta personalmente allo sportello anagrafe muniti di un documento di riconoscimento e di una foto, formato tessera, recente, come da requisiti ministeriali (leggi qua le caratteristiche che devono avere le fotografie).

La CIE sarà consegnata entro sei giorni lavorativi, a cura del Ministero dell'Interno, presso l'indirizzo indicato dal cittadino all'atto della richiesta

Il costo, da pagarsi in contanti, al momento della richiesta, è di € 22,00, così ripartito:

  • € 16,79 per diritti ministeriali
  • € 05,21 per diritti comunali

La CIE, oltreché dicumento di identificazione, è anche documento di viaggio in tutti i Paesi UE e in quelli con cui lo Stato italiano ha stipulato speciali accordi.

E' stato allestito un centro assistenza per supportare i cittadini al  numero verde: 800 263 388.

Donazione organi e tessuti

La nuova C.I.E. prevede anche la facoltà per il cittadino maggiorenne di indicare il consenso o il diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte.

Con l’arrivo della Carta di Identità Elettronica è infatti possibile inserire nel Sistema Informativo Trapianti (S.I.T.) una dichiarazione in tal senso.

Al momento della richiesta della carta elettronica ogni cittadino maggiorenne può quindi approfittare per dichiarare, se lo vuole (non è un obbligo), la volontà in merito alla donazione dei propri organi: è previsto il consenso, ma anche il diniego esplicito.

Eventuali modificazioni della propria volontà espressa potranno essere effettuate in qualsiasi momento presso la propria ASL o al successivo rinnovo della carta d’identità elettronica stessa.

Il D.L. 78/2015 recante "Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", convertito dalla legge 6 agosto 2015, n. 125, ha introdotto la nuova Carta di Identità Elettronica (C.I.E.) con funzioni di identificazione del cittadino.

Il progetto della nuova C.I.E. è finalizzato ad incrementare i livelli di sicurezza dell'intero sistema di emissione attraverso la centralizzazione del processo di produzione, personalizzazione e stampa della CIE, a cura dell'IPZS (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato), nonché mediante l'adeguamento delle caratteristiche del supporto agli standard internazionali di sicurezza e a quelli anticlonazione ed anticontraffazione in materia di documenti elettronici.