Responsabile:

Rossella Pieri

Sede:

Via S. Agostino n. 1

Telefono:

0584795500 - 0584795501

Fax:

0584795588

E-mail:

biblioteca@comune.pietrasanta.lu.it

Orario al pubblico:

Orario estivo dal 12 giugno al 9 settembre 2017

da lunedì a sabato 9 - 13


Istituita nel 1877, la biblioteca comunale di Pietrasanta, dopo alterne vicende, fu - nel 1964 - intitolata a Giosue Carducci e collocata in Palazzo Moroni, nella centrale piazza del Duomo, fulcro della vita cittadina.

Nel 1983 avvenne il trasferimento nell’ ex convento di Sant’Agostino, edificio sorto nel XVI secolo, restaurato a cura dell’Amministrazione comunale e destinato a centro culturale.

La biblioteca si trova ai due piani superiori: il primo con la sezione adulti, fondi librari principali e una parte della sezione ragazzi; il secondo con gli uffici e l’area di lettura e ricerca della sezione ragazzi. La superficie coperta dell’edificio è di 1.272 mq. su una estensione complessiva di 1.455 mq.

Le sale del pianoterra, insieme alla chiesa e al chiostro, ospitano nell’arco di tutto l’anno esposizioni, concerti e conferenze. Tra le sezioni speciali presenti nella biblioteca ricordiamo brevemente quelle di principale interesse, vale a dire la Sezione Locale, la Sezione Ragazzi e il Fondo Russo.

La Sezione Locale è quella forse di maggiore importanza. I documenti conservati riguardano l’economia, la storia, l’arte e le tradizioni della Versilia e, più in generale, della Toscana.

La Sezione Ragazzi è frequentata giornalmente da bambini e ragazzi - in prevalenza dai 9 ai 14 anni - interessati a trovare strumenti di aiuto e di integrazione per le attività da svolgere nell’ambito scolastico o alla ricerca di libri o informazioni che soddisfino i propri interessi e hobbies. Ogni anno vengono effettuate, su prenotazione da parte degli insegnanti, visite guidate di classi delle scuole materne, elementari e medie inferiori di Pietrasanta e dei centri vicini.  

Il Fondo Russo è formato dalla biblioteca appartenuta al critico letterario Luigi Russo, fondatore della rivista Belfagor, per molti anni docente dell’Università di Pisa e direttore della Scuola normale superiore. Comprende 13.036 volumi, oltre a numerose annate di importanti riviste, alcune correnti quali il Giornale storico della letteratura italiana, altre ormai spente come Leonardo e La nuova Italia.

Numerose sono poi le attività culturali che, nell’arco dell’anno, la biblioteca promuove rivolgendosi agli utenti di tutte le età.

Nell’edificio che ospita la biblioteca hanno sede anche il Museo dei Bozzetti e il Centro culturale Luigi Russo.
Le opere del Museo (bozzetti per sculture realizzate a Pietrasanta da artisti contemporanei di tutto il mondo) sono collocate, oltre che nei loggiati su cui si affacciano i locali della Biblioteca, anche nelle stesse sale di studio e negli altri spazi interni.

Legate alle attività del Museo e del Centro, oltre al cospicuo materiale documentario raccolto nell’archivio Documentart, sono le ricche sezioni speciali della biblioteca dedicate all’arte ed in particolare alla scultura.