Sophia 2020, la filosofia “secondo natura”

Vai a:   articolo principale       

Dal 6 al 15 novembre 2020

Ingresso gratuito

Non solo ambiente: la quinta edizione del festival si interrogherà sul rapporto di armonia e opposizione tra l’uomo e la forza generatrice per eccellenza, guardando sia al passato che al futuro del sapere


Sarà “secondo natura” il tema protagonista della quinta edizione di Sophia – la Filosofia in festa. Non solo questioni climatiche e ambientali: il nuovo appuntamento con la manifestazione diretta da Alessandro Montefameglio e realizzata dall’associazione Rossocarminio di Franca Polizzano si interrogherà soprattutto sul rapporto tra l’uomo e la forza generatrice per eccellenza, una riflessione più che mai attuale a causa dell’epidemia di Covid-19 che ha colpito il mondo.

Allo stesso tempo, si tratterà anche di un vero e proprio ritorno all’origine: il primissimo sforzo del pensiero filosofico, infatti, fu proprio quello di comprendere il principio e l’origine delle cose, guardando alla natura come alla primordiale potenza creatrice e dispensatrice ciclica di vita.

Quello tra uomo e natura è un rapporto che, attraverso i millenni, è cambiato radicalmente. Se, infatti, in epoche lontane il principio della vita veniva rappresentato con forma divina, come quella di Demetra nell’immagine ufficiale del festival, oggi il mondo ha sottomesso violentemente questa forza fino alle attuali, catastrofiche conseguenze ambientali. Ma non solo: “secondo natura” è un invito al pensiero e alla pratica etica che vuole andare oltre una visione meccanica della natura. Più che una domanda di riflessione su cosa sia naturale o meno, come spesso questa espressione viene declinata, è prima di tutto una chiamata all’ascolto della natura in sé, in tutta la sua potenza reale e concettuale.

Per conoscere e comprendere questo rapporto così imprescindibile, così fondamentale sia per il pianeta su cui viviamo che per la nostra stessa identità - e per il futuro di entrambi - il festival, come sempre, proporrà al pubblico un programma di incontri di prestigio di cui saranno protagonisti alcuni dei più importanti nomi della filosofia e della cultura. Fiduciosi di poter recuperare presto una quotidianità da vivere con maggiore serenità e in totale sicurezza, il nuovo appuntamento con il festival si propone anche come una simbolica occasione di ripartenza da vivere assieme.

Tutta la manifestazione, naturalmente, si svolgerà nel completo rispetto delle normative sanitarie previste.

L’appuntamento con la quinta edizione di Sophia è dal 6 al 15 novembre 2020, con nove giorni tra incontri ed eventi collaterali in cui le persone potranno incontrarsi, dialogare e condividere l’amore per il sapere. Lo scenario d’eccezione del festival, come sempre, sarà quello della città di Pietrasanta, casa del libero pensiero e più che mai “Piccola Atene” della Toscana.


Sophia 2020 è sostenuto dal Patrocinio del Comune di Pietrasanta e dal Patrocinio della Regione Toscana.

L’ingresso è completamente gratuito.