Scuola: sospesi i lavori allo Scubidù

Vai a:   articolo principale       

In corso verifiche su probabile presenza modestissime quantità di fibre amianto nella colla della pavimentazione

Sospesi i lavori all’asilo nido Scubidù. I lavori di sostituzione della pavimentazione per la realizzazione della prevenzione antincendio hanno evidenziato la probabile presenza di fibre di amianto, in percentuali modestissime secondo i primi riscontri, nello strato colloso di linoleum (materiale molto utilizzato tra gli anni ’60-’80).

Si attendono ora i riscontri definitivi sia dell’azienda sanitaria locale che dell’azienda privata incaricata dall’amministrazione comunale. Già individuata l’azienda specializzata nella bonifica. Già commissionati anche gli accertamenti nelle altre scuole dove è presente la pavimentazione in linoleum. Il cantiere è già stato visitato dal Sindaco, Alberto Giovannetti, e dal Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi.

“Siamo partiti con la chiara idea di riqualificare e migliorare l’asilo con un maxi intervento senza precedenti, accelerando sul cronoprogramma, e ci siamo trovati di fronte alla probabile presenza di fibre di amianto nascoste nella colla tra il linoleum e il pavimento. Noi vogliamo consegnare ai nostri figli scuole sicure e accoglienti. – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Bresciani – Ci sono più aspetti di disagio ora da affrontare sia per i genitori che per gli educatori. Il primo è quello della bonifica che partirà appena avremo le analisi definitive e le prescrizioni di Asl. Il secondo è quello di assicurare il servizio. All’inizio di questa settimana avevo preso contatto con la responsabile degli asili nido ed avevamo concordato di attendere una calendarizzazione definitiva dei lavori così da far slittare al massimo l’apertura di 3-4 giorni rispetto alla data di apertura e comunicarlo successivamente ai genitori. Questa novità spiega ancora la Bresciani - farà slittare di ulteriori 15-20 giorni la riapertura. Entro due-tre giorni definiremo con l’ufficio scuola e la Compass una eventuale ricollocazione temporanea dei bambini. Ci sono varie ipotesi. La nostra attenzione è massima, così la nostra disponibilità nei confronti delle famiglie”.