Sportello gratuito anti-debiti, è il primo in Versilia

Dal 5 ottobre quattro professionisti saranno a disposizione dei cittadini per valutare le singole posizioni e l’eventuale accesso alla procedura per la decurtazione del debito, prevista dalla legge 3/2012, la cosiddetta legge salva suicidi.

“Una possibilità concreta di uscire dal tunnel del sovraindebitamento per quei privati, artigiani e piccoli imprenditori, che non riescono a far fronte agli impegni presi con le banche, le finanziarie, i fornitori”. Con queste parole l’assessore al Bilancio, Cinzia Crivelli, ha annunciato l’apertura ufficiale all’interno del Comune di Pietrasanta dello sportello gratuito anti-debiti che, unico in Versilia, offrirà consulenze a quanti si trovano a dover affrontare pesanti situazioni di crisi economico-finanziaria.  “Questo servizio – ha detto l’assessore Crivelli – è un’opportunità per quei soggetti a cui è precluso il fallimento. Se ci sono i requisiti necessari, attraverso un mini-concordato, è possibile pagare solo una quota parte del passivo e superare la crisi. L’amministrazione ha deciso di investire tempo e risorse in questo sportello perché siamo convinti che consentirà a tanti imprenditori e artigiani di rimettersi in gioco, uscendo dalla spirale dei debiti”.

I professionisti che presteranno la consulenza gratuita sono stati selezionati con regolare bando. Il gruppo è formato dall’avvocato Alessandro Mosti e dai commercialisti Leonardo Miccoli, Enrico Meucci e Marco Mariani.

L’idea dello sportello è nata lo scorso giugno dal convegno organizzato a Pietrasanta dall’associazione “Popolo dei Consumatori”.

Massimo sostegno all’iniziativa da parte dell’assessore al Sociale, Lora Santini: “Noi siamo quotidianamente a contatto con situazioni di grande disperazione che i cittadini, da soli, non riescono ad affrontare. Lo sportello anti-debiti sarà uno strumento preziosissimo anche per i nostri uffici, che ora sapranno dove indirizzare chi ha bisogno di un aiuto”.

E’ utile, per una consulenza efficace, compilare prima i questionari per la ricognizione della propria situazione debitoria: i moduli li trovate qui nel box in alto a destra o all'Urp

Cosa è il sovraindebitamento

L’art. 6, comma 2, lett. a), legge n. 3/2012 per sovraindebitamento si intende “la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà ad adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente”.

Lo sportello ha sede in municipio.
E' aperto il mercoledì su appuntamento, chiamando i numeri 0584.795353 oppure 0584.795242

 

Moduli