Siglato l’accordo tra Comune e sindacati, punti focali le politiche per l’occupazione e gli investimenti sul sociale

Servizi sociali, ult. agg. 23.06.17 -
Vai a:   articolo principale       

C’è la firma. Il Comune di Pietrasanta ha raggiunto l’accordo con i sindacati sulle linee di programma e d’intervento per il 2017.

Un’intesa siglata con soddisfazione da entrambe le parti, un patto di ferro basato sulle politiche attive per il lavoro intraprese dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Mallegni e sulle misure anti-crisi che l’assessorato al Sociale e alle Politiche Abitative ha messo in campo anche per quest’anno.

Sviluppo dell’occupazione e sostegno alle fasce deboli sono i nodi focali di un compromesso incentrato su numeri e dati, che hanno convinto Cgil Cisl e Uil a sottoscrivere il piano d’attacco al disagio sociale ed economico, portato avanti dall’assessore Lora Santini.

“Abbiamo fatto sforzi importanti – ha detto l’assessore – che i sindacati ci hanno riconosciuto. Con questo accordo gettiamo le basi di una collaborazione proficua che porterà benefici per l’attività dell’ente e per la nostra comunità”.

Le cifre.

Stanziati 205mila euro per le politiche in favore delle famiglie, che comprendono 30mila euro destinati ai bonus per le spese di riscaldamento e 45mila euro per ridurre l’impatto della Tari, tassa sui rifiuti, sui nuclei a basso reddito. Nel 2017 sono state accolte 450 domande per esenzioni e agevolazioni sulla Tari, con una voce di spesa di 130mila euro. Confermate le fasce di reddito Isee valide già nel 2016 per l’accesso ai contributi: per nuclei monocomposti, Isee sotto gli 11.500 euro ai fini esenzione, Isee sotto i 12.500 euro ai fini di riduzioni; per i nuclei pluricomposti, Isee sotto i 9.300 euro per l’esenzione; Isee sotto i 12.500 euro per le riduzioni.

Cruciale il capitolo occupazione.

L’amministrazione Mallegni ha aumentato le borse lavoro destinate a persone svantaggiate da 12 del 2015 alle attuali 25 per un budget di 130mila euro l’anno; sono state investite risorse consistenti anche per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, con 12 tirocini per neolaureati che comporteranno spese per 60mila euro e 5 progetti di coworking per sostenere aspiranti liberi professionisti nell’avvio dell’attività.

“Si tratta di iniziative all’avanguardia – spiega l’assessore Santini – Abbiamo dato una sferzata alle politiche attive per sostenere l’occupazione giovanile, introducendo misure innovative. Le risorse impegnate sono rilevanti, ma fanno parte di un piano virtuoso per il rilancio del lavoro sul territorio. Cifre che, unite al sostegno alle nuove povertà, segnano un passo in avanti per il benessere della nostra comunità. A Pietrasanta, come dico sempre, nessuno deve rimanere indietro”.

Risultati importanti anche sul fronte della lotta all’evasione fiscale in materia di Imu e Tari, con il recupero, attraverso i controlli incrociati, di 1 milione e 600 mila euro nel 2015 e 1 milione 480mila euro nel 2016. Entrate utilizzate dall’amministrazione per contenere la tassazione su cittadini e imprese e potenziare il fondo anti-crisi dell’ente comunale.

Ha incassato l’approvazione dei sindacati anche la politica di trasparenza sugli appalti dei servizi socio – sanitari, che prevede l’apertura di un tavolo con le organizzazioni confederali e il vincolo di riassorbimento del personale, in caso di cambi di gestione legate all’esito di bandi e gare.

Soddisfazione è stata espressa anche sull’attività dello sportello per cittadini stranieri, attivo presso il Centro dell’Osterietta.