Sociale: Terapie per l’autismo

Servizi sociali, ult. agg. 21.07.17 -

Iniziate ufficialmente le attività al Centro Osterietta

Appello a imprenditori e cittadini della Versilia per sostenere l’iniziativa

Tempere colorate e tanto entusiasmo. Il consigliere comunale Alessandro Ronchi si è “sporcato le mani”, aderendo personalmente alla campagna della fondazione “I Bambini delle Fate” per finanziare il progetto a favore dei piccoli affetti da autismo, appena partito a Pietrasanta presso il centro dell’Osterietta.

Un’iniziativa concreta che ha già garantito l’accesso di tre bimbi versiliesi alla terapia Aba, la più innovativa ma anche costosa al punto che poche famiglie possono permettersela. Il consigliere Ronchi, visibilmente emozionato, si è imbrattato le mani di colore, così come vuole il rito di adesione alla Onlus fondata da Franco e Andrea Antonello, padre e figlio noti al grande pubblico per i servizi realizzati dal programma di Italia 1 “Le Iene”.

L’amministrazione Mallegni ha deciso di sostenere il progetto mettendo a disposizione gratuitamente i locali dell’Osterietta, dove si svolgeranno le attività. Un impegno a cui il consigliere Ronchi ha voluto concorrere direttamente, dando il proprio contributo, segnato dalle mani sporche di colore. Un momento toccante reso pubblico per lanciare ufficialmente la campagna di raccolta fondi in Versilia, sotto l’egida di Fata Antonietta De Stefano, referente locale della Fondazione, attivista e mamma dell’associazione Semplicemente Genitori, che ha dato il la al percorso avviato. Le prime sedute di terapia sono già partite.

“I bambini coinvolti al momento sono solo tre – spiega il consigliere Ronchi – ma i piccoli che soffrono di disturbi dello spettro autistico in Versilia sono molti di più. Lancio un appello ai miei concittadini e ai tanti imprenditori locali perché ci aiutino a sviluppare questo progetto, che ha bisogno di donazioni continuative per poter andare avanti. Io ho sottoscritto il mio impegno, spero che altri seguano l’esempio. Insieme possiamo fare la differenza, possiamo dare un’opportunità di crescita a tanti bambini e alle loro famiglie”.

Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione “I Bambini delle Fate” con 20mila euro, che andranno interamente a copertura delle spese per attrezzature e operatori, visto che l’amministrazione Mallegni ha concesso gratuitamente i locali da allestire.

Info e contatti:

393.0180103 e www.ibambinidellefate.it