Leonardo da Vinci in Versiliana

Stampa, 6 mag 08:25 ·

11 maggio – 9 giugno

Orari: Villa La Versiliana: lun. - ven. dalle 16 alle 19.30 ; sab. e dom. 10.00 – 12.30 e 16.00 – 19.30.

Ingresso adulti: Euro 5; Ridotto Euro 3 Spazio "Ex Incanto" località. Tonfano - Lungomare

Ingresso libero tutti i giorni dalle 16.00 alle 19.30


In mostra oltre venti macchine di Leonardo e le opere di più di 40 artisti contemporanei, una Monnalisa moderna in carne ed ossa, le canzoni di Leonardo, un concorso pittorico per bambini e tante curiosità in un duplice percorso espositivo proposto dalla Fondazione Versiliana nel segno del più grande genio di tutti i tempi.

Nel 500° anniversario della scomparsa di Leonardo da Vinci la Fondazione Versiliana celebra il più grande genio toscano dell'umanità, con due mostre nuove ed originali, due percorsi espositivi diversi ed eterogenei, che trovano nel nome, nell'opera e nell'enigmatica mente di Leonardo il loro comune denominatore.

Nelle sale espositive della Villa La Versiliana e nei locali “Ex Incanto” di Tonfano, la Fondazione Versiliana proporrà dall' 11 maggio al 9 giugno la duplice mostra “Leonardo 500” in un evento unico e di alto valore culturale, storico, scientifico e didattico, che farà da prologo alla 40° edizione del Festival La Versiliana.

- Per la prima volta la Villa La Versiliana ospiterà infatti “Le macchine di Leonardo”, ovvero le fedeli riproduzioni delle opere di ingegneria, prototipi per il volo, strumenti ed invenzioni realizzate a partire dai suoi disegni. Dall’aliante al paracadute, dalla bicicletta al deltaplano, dalla carrucola a due pesi all’igrometro scrivente, fino al mulino a pietra e al misuratore di vento: saranno più di 20 le macchine che sarà possibile ammirare grazie alle minuziose riproduzioni realizzate nei laboratori di scenotecnica della Pusa University di Assisi. Un percorso espositivo, realizzato in collaborazione OMPSI di Assisi (Osservatorio per il Monitoraggio della Pace e della Sicurezza Territoriale) che esibisce le tecnologie sia meccaniche che edilizie in uso nel '500, di cui Leonardo è anticipatore fra molti degli artisti del suo tempo, dell’insuperato genio italiano. La mostra delle macchine - curata dall'Arch. Pasquale di Gioacchino - rende contezza al visitatore, che Leonardo non è solo pittore chiamato da tutti i Principi del suo tempo, ma lo stesso resta soprattutto conteso nell’ingaggio per la sua innata capacità ingegneristica ed innovativa quale realizzatore di macchine e soluzioni per vincere in guerra.

Ad accogliere i visitatori, ci saranno sei grandi monitor su cui saranno trasmessi documentari, interviste a personalità della cultura e immagini in simultanea delle altre mostre allestite da Ompsi in tutto il mondo e curiosità, ci sarà la possibilità di incontrare una Monnalisa moderna - talvolta in carne ed ossa, talvolta in video - che in abiti d'epoca ma con smartphone alla mano e tatuaggi in bella mostra, racconterà sé stessa, spiegherà ai visitatori la modernità e come lei stessa al tempo in cui è vissuta non abbia potuto vivere in libertà e disinvoltura come ancora oggi accade a molte donne nel mondo.

La mostra sarà arricchita anche dal convegno di studi “Leonardo ed il suo tempo – invenzioni, storia ed architetture” con i più importanti studiosi del rinascimento coordinato dallo stesso architetto Di Gioacchino e sarà inoltre proposto un concorso pittorico per bambini: ai piccoli visitatori verrà infatti fornito un kit da disegno per colorare opere di Leonardo che i bambini potranno poi fotografare e inviare agli organizzatori che premieranno i lavori più belli.

Nel segno del Genio italiano, sarà inoltre possibile ammirare nella Villa, grazie ad una particolare tecnica di scansione in grande formato, alcune tra le più suggestive opere su tela realizzate da Michelangelo nella Cappella Sistina, da Giotto nella Cappella degli Scrovegni.

- L'altra mostra dal titolo “Leonardo 500. 1519-2019” proporrà invece nella Villa e nelle sale dell'Ex Incanto di Tonfano, il mondo di Leonardo visto attraverso le tele, disegni e sculture di oltre 40 artisti, pittori, illustratori e scultori contemporanei di fama che hanno esplorato l'uomo, reinterpretato la sua immensa eredità artistica oppure “scherzato” con disegni e divertissement sul genio leonardesco. Una grande collettiv

a giocosa e divertente dal sapore dadaista, che come un mosaico, tassello dopo tassello, disvela l'estrosa personalità e la complessità dell'opera di Leonardo. Organizzata in collaborazione con il Comitato Archivio artistico-documentario Gierut, ideata e curata dal critico d'arte Lodovico Gierut e da Stefano Giraldi, fotografo specializzato in arte e architettura che nel corso della sua carriera ha fotografato per Giunti Editore le opere di Leonardo in tutta Europa, la mostra sin dagli iniziali preparativi ha riscontrato il favorevole giudizio di Carlo Pedretti considerato uno dei maggiori esperti della vita e dell'opera di Leonardo.

Articolata in due sezioni con l'intento di creare un percorso sinergico, la mostra si svilupperà su due distinte sedi: La Villa La Versiliana e gli spazi dell'Ex Incanto in prossimità del Pontile di Marina di Pietrasanta.

La Villa La Versiliana ospiterà 4 tele di grandi dimensioni realizzate da Massimo Cantini, Andrea Granchi, Alessandro Reggioli e Angelo Vadalà, e una scultura/sedia di Davide Manfroni. Qui l'anima giocosa della mostra si presenterà in particolare attraverso opere divertenti e acute che sicuramente incuriosiranno anche i più giovani e cioè disegni umoristici di (in ordine alfabetico) Dino Aloi, Gianni Audisio, Blub, Massimo Cavezzali, Lido Contemori, Ramona Costantini Always, Milko Dalla Battista, Marco De Angelis, Alessandro Palex Prevosto, Mauro Pispoli, Ezio Poli, Massimo Presciutti, Giuliano Rossetti, Sergio Staino, nonché un acrostico rispettivamente di Mariuccia Nespolo e di Ezio Poli. Non mancherà una sezione denominata “Distraction”con stampe su “La Gioconda” di Leonardo (Botero, Dalì, Duchamp,Warhol...).La sede dell'Ex Incanto ospiterà invece opere d'arte prevalentemente pittoriche di Roberto Altmann, Alberto Bongini, Roberto Braida, Anna Chromy, Raffaele De Rosa, Feofeo, Riccardo Ghiribelli, Paolo Grigò, Francesco Guadagnuolo, Antonio Ieradi, Riccardo Luchini, Renzo Maggi, Giancarlo Marcali, Annamaria Maremmi, Giovanni Masuno, Giacomo Mozzi, Andrea Prandi, Marcello Scarselli, Gabriele Vicari.

Le mostre saranno inaugurate sabato 11 maggio con due cerimonie ufficiali (alle 11 alla Versiliana e alle 17 all'Ex Incanto) per tagliare il nastro nelle due sedi espositive.

Nell'occasione dell'inaugurazione alle ore 18.00 davanti al pontile di Marina di Pietrasanta si terrà un intervento musicale dedicato alle canzoni di Leonardo arrangiate e suonate in chiave contemporanea da Andrea Garavelli (basso), Gianni Nesto (batteria), Carlo Guardamagna (chitarra), Nicola Farinello (voce).

Chiara Jeri e Andrea Barsali canteranno la canzone originale “Monnalisa” di Cristiano Angelini. 

Info:

www.versilianafestival.it