Arte: aspettando il Museo Mitoraj, l'amministrazione incontra le imprese del mercato coperto

Stampa, ult. agg. 09.12.16 -
Vai a:   articolo principale       

Incontro tra l’amministrazione comunale di Pietrasanta ed i commercianti del mercato coperto di via Oberdan individuato per ospitare il Museo dedicato ad Igor Mitoraj.

Lo stanziamento di 2milioni di euro da parte del Mibact ha impresso una accelerazione al progetto dell’amministrazione comunale, degli eredi e dell’amministratore dell’Atelier Mitoraj, Jean-Paul Sabatié, di realizzare, nel cuore della città, uno spazio monografico completamente incentrato sulla figura dell’artista italo polacco.

Scomparso il 6 ottobre 2014, Mitoraj è cittadino onorario di Pietrasanta. L’incontro tra Comune e commercianti, a cui hanno partecipato il Sindaco, Massimo Mallegni ed il vice sindaco, Daniele Mazzoni insieme al Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi, ha posto le basi per iniziare a valutare le alternative per una nuova collocazione limitando al minimo il disagio delle imprese.

Cinque le attività interessate che hanno in concessione gli spazi del mercato coperto. “L’amministrazione ha assicurato la sua disponibilità nell’accompagnare le imprese verso la più gradita delle soluzioni. – spiega Mazzoni – Abbiamo già proposto alcune alternative ma starà alle imprese valutarle. Da parte nostra, consapevoli del disagio, li asseconderemo da ogni punto di vista. Ci siamo già resi disponibili a fare da intermediari con le banche e Fidi Toscana se ci fossero necessità di ottenere finanziamenti per affrontare nuovi investimenti, ma anche per velocizzare tutti gli iter burocratici per l’allestimento in eventuale altre location. Faremo la nostra parte perché comprendiamo la difficoltà. Troveremo una soluzione insieme”.

Per vedere sorgere il Museo Mitoraj serviranno almeno paio di anni: entro la fine del 2017 l’amministrazione comunale intende posare la prima pietra. Il Museo sarà dotato di un ristorante, di un book shop e di una biblioteca oltre che di uffici. “Il Museo Mitoraj – ha spiegato Mazzoni – sarà un nuovo veicolo di internazionalizzazione per Pietrasanta”.