5 marzo: commozione e speranza al cippo di Piazza Versilia, Pietrasanta riparte dalla tempesta

Stampa, ult. agg. 06.03.17 -

In arrivo i rimborsi per i privati: pubblicata la delibera.

Pietrasanta riparte dalla tempesta del 5 marzo di due anni fa che portò distruzione e paura in tutta la Versilia. Riparte con lo spirito di una comunità consapevole dell’impotenza di fronte agli eventi calamitosi, ma anche dal coraggio di chi ha saputo reagire, rimboccarsi le maniche e ricominciare daccapo.

Cerimonia toccante a Fiumetto, di fronte al Parco Versilia, simbolo della rinascita di Pietrasanta, dove è stato posizionato il cippo in marmo e bronzo realizzato dagli artisti Daniele Bazzichi e Matteo Castagnini.

Sconfortanti i numeri del disastro ricordati dal Sindaco, Massimo Mallegni, in occasione della Santa Messa celebrata da Don Alessandro. “Sono stati feriti o abbattuti 15mila alberi, danneggiati un immobile su quattro e 150 imprese. I danni agli edifici pubblici hanno superato i 2milioni di euro. Nessuno ci ha rimesso la vita e questo è stato un miracolo. – ha detto il primo cittadino durante il suo intervento – Due anni dopo possiamo dire che è stato fatto un buon lavoro per la ricostruzione, la riforestazione del parco della Versiliana e la messa in sicurezza del territorio ferito dal vento. Sono stati realizzati lavori enormi, investite risorse importanti ed in questi giorni arriveranno i rimborsi per le famiglie. Per i privati. Oggi però ricordiamo quella tragedia con speranza e senso responsabilità di tutta la collettività. Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati nell’emergenza, dai Vigili del Fuoco alla Protezione Civile”.

Potente il messaggio del parroco: “La natura non è stata benevola. - ha ricordato Don Alessandro durante la sua omelia – La nostra terra è stata segnata. La disperazione di quei giorni si è trasformata in speranza. La distruzione è diventata vita”.

Alla commemorazione hanno partecipato il Presidente del Consiglio Comunale, Francesca Bresciani, tutti gli assessori comunali e molti consiglieri a fianco dei rappresentanti di tutti i protagonisti dell’emergenza.

Nel frattempo proseguono gli interventi per la riforestazione del bosco della Versiliana e del prato di viale Apua dove saranno piantumate oltre 3mila piante per riforestare circa 11mila ettari. A fianco della piantumazione sono in corso una serie di interventi importanti come il decespugliamento per il contenimento delle specie esotiche, aggressive ed invadenti, le potature di 960 piante e abbattimenti per garantire l’incolumità fisica dei fruitori del bosco, cippatura e pacciamatura per arricchire di sostanza organica il terreno e la rimozione di 205 ciocche stramazzate. Buone notizie per i privati in attesa dei risarcimenti.

Sono 149 le domande ammesse su 183 presentate per un importo di 1.058milioni di euro circa.

La Regione Toscana ha pubblicato finalmente la delibera del Consiglio dei Ministri 29 dicembre 2016 che stanzia le risorse finanziarie per il rimborso dei danni al patrimonio edilizio abitativo di cui all'ordinanza 383/2016 consultabile al seguente link http://www.regione.toscana.it/-/finanziamento-per-danni-da-eventi-calamitosi-ord-383-2016-aggiornamenti

Scarica immagini cerimonia Piazza Versilia 5 marzo:

https://we.tl/x49GiM94JN