Animali: parco cinofilo nell’ex pioppeta di viale Apua, Pietrasanta sempre più a misura di Fido

Stampa, ult. agg. 07.03.17 -
Vai a:   articolo principale       

Il Sindaco rimprovera i cittadini maleducati: “raccogliete le cacche”.

Un parco per i cani nell’ex pioppeta di viale Apua.

L’amministrazione comunale di Pietrasanta, guidata da Massimo Mallegni, al lavoro per valorizzare lo spazio verde che corre lungo il viale Apua all’altezza del ponte dell’autostrada, recentemente riqualificato, con un progetto dedicato all’educazione dei nostri amici a quattro zampe.

Il parco sarà anche nuovo punto di aggregazione per la comunità e per tutti i proprietari di cani della Versilia.

Dopo l’abrogazione del divieto di accesso a cani e gatti nei cimiteri comunali, la realizzazione dello sgambatoio a Marina di Pietrasanta, all’interno del centrale parco di Ecaussinnes e il recupero di quello già esistente allo Skate Plaza, l’amministrazione comunale è pronto a fare un altro passo in avanti per una città a misura di Fido.

“Abbiamo predisposto un bando con cui manifesteremo la volontà di destinare l’ex pioppeta a parco cinofilo. Ci sono tante realtà – spiega Massimo Mallegni, Sindaco di Pietrasanta – che potrebbero cogliere questa bella opportunità. Daremo lo spazio in concessione per nove anni a chi presenterà un progetto credibile di sviluppo della cultura cinofila in ambito sportivo e comportamentale. Penso ad attività come la pet terapy, l’agility dog, corsi di addestramento, spazi dove i nostri amici possono migliorare il loro rapporto con noi ma anche divertirsi e passare ore piacevoli”.

Secondo l’ultimo rapporto Eurispes in una casa su tre vive un cane (62%) o un gatto (40,8%), salvato in oltre la metà dei casi dalla strada o preso in un canile. L’amministrazione comunale ha dimostrato, in più occasione, grande sensibilità nei confronti degli animali, in particolare dei cani, sostenendo attivamente manifestazioni ed iniziative contro il maltrattamento. In Versilia sono stati diversi i cani avvelenati da ignoti rimasti impuniti.

“Abbiamo dotato la città – conclude Mallegni – di due spazi dedicati ai nostri cagnolini. Una spiaggia su due consente l’accesso all’arenile degli animali e lo consentiremo anche al cimitero. Chiedo però a tutti i possessori di cani di aiutarci a tenere pulita la città raccogliendo le cacche, contribuendo a tenere così pulite strade e marciapiedi e a mantenere gli spazi dedicati in uno stato decoroso e funzionale. Vorremo evitare di iniziare a multare i proprietari che non raccolgono nei luoghi pubblici gli escrementi dei loro cani. Il rischio è di vanificare un lavoro che va a vantaggio di chi ama gli animali e per fortuna sono moltissimi anche a Pietrasanta”.