Sicurezza: interventi pulizia delle zanelle in via Capriglia, ultimatum del Comune per i proprietari dei terreni che si affacciano su strada

Stampa, 15.03.17 -
Vai a:   articolo principale       

Rischio sanzioni per chi non provvede.

Al via gli interventi di pulizia delle zanelle e dei cigli stradali sulla via di Capriglia, ma prima i proprietari di terreni che si affacciano sulle strade pubbliche dovranno provvedere alla pulizia delle aree e alla cura delle alberature per evitare degrado ambientale e problemi alla viabilità. I proprietari che non lo faranno rischiano una sanzione che può variare, a seconda della violazione, da 159 fino a 639 euro.

Ad annunciarlo è il Comune di Pietrasanta in vista del maxi intervento programmato per il mese di aprile.

L’amministrazione comunale aveva raccolto, anche durante l’ultimo incontro nella frazione, molte segnalazioni da parte dei cittadini. “Abbiamo programmato – spiega Simone Tartarini, Assessore ai Lavori Pubblici – un intervento molto importante che vedrà l’impiego anche di un piccolo escavatore per liberare le zanelle dalla presenza di terra e residui che rendono meno fluida la circolazione delle acque meteoriche e più pericolosa la percorrenza del tratto stradale”.

Il Codice della Strada stabilisce che i proprietari di aree confinanti con le strade pubbliche hanno l'obbligo di tagliare i rami che si protendono oltre il confine stradale e che nascondono la segnaletica e che, se alberi o ramaglie vengano a cadere sul piano stradale, i proprietari hanno l'obbligo di rimuoverli nel più breve tempo possibile.

Chi viola le prescrizioni del Codice della Strada può incorrere in sanzioni da 159,00 a 639,00 euro.

L'Ufficio “Protezione Civile, Ambiente ed Igiene del Territorio” del Comune di Pietrasanta, considerato che quello attuale è il periodo adatto per la potatura degli olivi, raccomanda ai proprietari di provvedere alla stessa tenendo conto anche delle presrizioni del Regolamento del Verde e del Codice della Strada.

“Per non rendere questo intervento meno efficace abbiamo bisogno che anche i privati che hanno terreni che si affacciano sulla strada provvedano alla pulizia della rispettiva area di competenza. Vogliamo evitare di procedere a sanzioni ed è per questa ragione che diamo ulteriori giorni di tempo ai privati per effettuare gli interventi. Effettueremo – conclude Tartarini – una serie di controlli sistematici sulle condizioni delle aree frontistanti la viabilità e, per ragioni di maggiore necessità di tutelare la sicurezza, daremo la priorità alle strade collinari. Sono sicuro che i nostri concittadini comprenderanno la necessità di questo intervento che va a beneficio di tutta la collettività e degli abitanti della frazione di Capriglia”.