Sociale: Comune a fianco del Progetto Comunità Aperta, confermato il contributo

Stampa, ult. agg. 14.04.17 -
Vai a:   articolo principale       

Il Comune di Pietrasanta al fianco del Progetto Comunità Aperta per combattere le dipendenze.

Confermato, anche per il 2017, il contributo di 10mila euro per sostenere le attività del Pca, impegnato dal 1977 nel garantire assistenza, informazione e terapie farmacologiche a chi purtroppo è caduto nella dipendenza da droghe.

Sono circa 200 le persone assistite ogni giorno che l’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni non intende abbandonare.

“L’attività che svolge il Pca sul territorio, non solo per il territorio comunale ma per tutta la Versilia, è strategica per aiutare chi vive nella dipendenza ma ha la voglia di uscirne per costruirsi un nuovo percorso di vita lontano da droga, alcol e dipendenza. – spiega Lora Santini, Assessore al Sociale – Chi è caduto nella tentazione, e non è riuscito poi ad uscirne, trova nei volontari e negli operatori del Pca un valido ed importante sostegno fatto di anni di esperienza, molto spesso in prima persona, e di tanta passione. Il nostro obiettivo è quello di migliorare la vita dei nostri concittadini, anche di coloro che sfortunatamente vivono la dipendenza come una condanna. Vogliamo una migliore condizione di vita anche per le loro famiglie. Non è il Pca che deve ringraziare il Comune per aver messo a disposizione il contributo, è la comunità che dovrebbe ringraziare il Progetto Comunità Aperta, per quello che ha fatto, nonostante le tantissime difficoltà che hanno incontrato, in 40 anni di storia. L’amministrazione, con il nostro sindaco, farà la sua parte. Abbiamo già avanzato l’ipotesi di ospitare il Pca all’ex Ospedale”.