Sociale: prima riunione per la Consulta del Volontariato, 50 associazioni a confronto

Stampa, ult. agg. 27.04.17 -
Vai a:   articolo principale       

Tra le priorità lo sportello informativo delle Onlus, il piano di abbattimento delle barriere architettoniche e una campagna nelle scuole

Si parte. La Consulta del Volontariato, di fresca nomina, è operativa. Le 50 associazioni iscritte si sono riunite per la prima volta, alla presenza dell’assessore all’Associazionismo, Andrea Cosci, e del consigliere comunale Giacomo Vannucci. Un’occasione per mettere a punto il programma di mandato dell’ente che ha visto anche recentemente ingressi importanti come quello della Uildm Versilia e dell’associazione “Il Grano”.

Primi temi al centro del dibattito l’apertura di uno sportello a palazzo civico, un punto informazioni che sarà gestito dalle associazioni su turni per garantire la massima trasparenza e accessibilità ai servizi presenti sul territorio. Un modo per stabilire un filo diretto con la comunità e semplificare il rapporto con cittadini e utenti. Spazio anche al piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche, partito con la “Scarrozzata” dello scorso autunno e che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Mallegni sta portando avanti con convinzione. Un progetto già avviato con la realizzazione dello scivolo sul marciapiede di piazza Statuto, la campagna di sensibilizzazione nei confronti degli esercenti, i sopralluoghi in centro con i referenti Uildm per predisporre nuovi interventi.

“Abbiamo preso contatti – spiega l’assessore Andrea Cosci – con il dirigente scolastico dell’istituto Don Lazzeri - Stagi per uno studio tecnico che coinvolgerà non solo il centro storico ma anche le frazioni. Vogliamo concentrarci su obiettivi concreti, il fine è quello di sviluppare idee realizzabili da mettere in cantiere subito. La nostra amministrazione crede nella Consulta e ha voluto rafforzarla per raccogliere proposte dal basso, per dare voce a quanti lavorano sul campo e possono darci dritte utili ad adeguare le strutture e i servizi. La realtà dell’associazionismo è molto radicata sul territorio e il nostro compito è sfruttare questo potenziale per migliorare la qualità della vita della popolazione, in particolare delle fasce più deboli”.

Alla prima riunione hanno partecipato oltre quaranta persone e il nuovo direttivo al completo, il presidente Pietro Ciardella, il vice Andrea Galeotti, i membri Antonio Colonna, Maria Assunta Montagna e Marcello Ceragioli.

Tra i punti all’ordine del giorno anche il lancio di un progetto per coinvolgere tutte le scuole di Pietrasanta nella grande Festa del Volontariato. “E’ giusto riconoscere all’associazionismo l’importanza che merita – dice il consigliere Giacomo Vannucci – Per rilanciare la Giornata del Volontariato la cittadinanza deve diventare parte attiva dell’evento. Abbiamo pensato di puntare su bambini e studenti perché è un modo per avvicinare le nuove generazioni alle associazioni, che hanno bisogno di nuove leve per il futuro”.

Premiata con una targa di riconoscimento e tanti applausi la presidente uscente della Consulta, Elena Mancini, che ha ricoperto la carica per sedici anni, segnando un record in termini d’impegno profuso e dimostrazione di senso civico.