Donazioni: “Una scelta in Comune” per 212 donatori, Pietrasanta prima in Versilia per la vita con la percentuale più bassa di opposizioni (0,5%)

Stampa, ult. agg. 02.05.17 -
Vai a:   articolo principale       

“Una scelta in Comune” per 212 pietrasantini.

I cittadini di Pietrasanta sono tra i più generosi ed altruisti della Versilia. Di fronte alla possibilità di donare gli organi hanno risposto sì, con convinzione. Sono già tantissimi i cittadini della Piccola Atene che hanno espresso la propria volontà, all’atto della richiesta o del rinnovo della carta d’identità, alla donazione degli organi. Una risposta che è andata, in appena cinque mesi, ben oltre le aspettative con il tasso più basso di opposizione in Versilia: il 99,5% ha detto sì alla donazione.

Era stata l’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni ad aderire, lo scorso novembre, al progetto nazionale “Una Scelta in Comune” a cui aveva affiancato lo sportello per le adozioni e gli affidi per coppie e single.

“La risposta dei pietrasantini – spiega Daniele Taccola, consigliere comunale e medico che aveva promosso l’iniziativa – è stata molto importante. In pochi mesi le dichiarazioni di volontà sono state oltre 200: più di nove cittadini su dieci non si è tirato indietro di fronte alla possibilità di salvare una vita. Come amministrazione siamo molto orgogliosi di questo risultato e soprattutto del fatto che tantissimi donatori sono giovani segno che il messaggio è passato dalla scuola alla famiglia”.

Pietrasanta ha il primato delle dichiarazioni di consenso con appena lo 0,5% di opposizioni. E’ Seravezza ad avere il maggior numero di donatori 310 (0,7% di opposizione) seguito da Camaiore con 1.055 (0,8%), Massarosa 93 (2,1%) e Forte dei Marmi 46 (9,8%). “Anche Pietrasanta dallo scorso novembre – spiega ancora Taccola - fornisce ai propri residenti la possibilità di acconsentire o meno a diventare un donatore e contribuire a salvare vite. Al momento della richiesta o del rinnovo della carta di identità, l'operatore dell'anagrafe del Comune chiede al cittadino se desidera dichiarare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti. Nel caso in cui il cittadino decida di esprimere la propria volontà - sia essa positiva o negativa - questa confluirà direttamente nel Sistema Informativo Trapianti, il database del Ministero della salute, consultabile 24 ore su 24, che raccoglie tutte le espressioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti. Senza donatori non ci sono trapianti”.

Per consultare il progetto vai al sito http://www.trapianti.salute.gov.it/cnt/cntDettaglioMenu.jsp?id=222