Bolkestein: Mallegni, proroga di 30 anni e battaglia con Unione Europea

Stampa, ult. agg. 01.06.17 -
Vai a:   articolo principale       

“Proroga di 30 anni per le concessioni degli stabilimenti balneari e battaglia con l’Unione Europea per evitare le aste. Ma solo un Governo forte può farlo. Solo un Governo forte ha la capacità di rinegoziare la Bolkestein”.

Lo ha ribadito Massimo Mallegni, Sindaco di Pietrasanta in occasione dell’incontro a Santa Marinella (Roma) promosso dagli Enti Locali di Forza Italia nell’ambito del tour nazionale di Ripartiamo Italia. Mallegni, che la scorsa settimana aveva incontrato i balneari di Riccione e Rimini “tenuti all’oscuro sugli effetti devastanti della direttiva Bolkestein dalla politica”, ha illustrato le iniziative messe in campo dal Comune di Pietrasanta per “salvaguardare gli 11mila addetti del settore turismo che con l’applicazione della direttiva Bolkestein rischiano di restare senza lavoro”.

“Forza Italia – ha spiegato - sta dalla parte degli imprenditori balneari. Serve agire a più livelli. Governo, Regioni e Comuni devono lavorare con forza per proteggere l'attività degli stabilimenti balneari italiani. Diversamente dal resto d'Europa gli imprenditori italiani, dopo anni di lavoro e investimenti, hanno trasformato quelli che un tempo erano servizi di spiaggia in vere e proprie attività economiche organizzate. Forza Italia si batte per il loro diritto di essere impresa”.

Mallegni ha parlato anche della vendita dei parcheggi degli stabilimenti balneari il cui introito è destinato a distribuire su tutto il territorio, e su tutta la popolazione, grandi benefici: “La vendita dei parcheggi stabilimenti balneari? Non l’ho fatto per aggirare le norme europee, ma nell’interesse dello sviluppo economico del territorio, delle imprese e degli occupati”.

Tra gli applausi per un progetto che ha trovato il pieno sostegno degli imprenditori del mare, Mallegni ha ricordato anche la motivazione di un progetto che non ha precedenti in Italia: “Dalla vendita dei parcheggi stabilimenti balneari abbiamo calcolato di incassare tra 14-15 milioni di euro che investiremo nell’interesse di tutta la comunità dando per la prima volta nella storia continuità economica al territorio. Metteremo a posto la Rocca, asfalteremo le strade, costruiremo nuove case popolari”.

Insieme a Mallegni, a Santa Marinella, il coordinatore nazionale degli Enti Locali, Marcello Fiori, il sindaco della città Roberto Bacheca, il senatore Maurizio Gasparri, il sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti, il sindaco di Foggia Franco Landella, il sindaco di Montalto di Castro (VT) Sergio Caci il, l'ex vice presidente del Consiglio Regionale del Lazio Fabio Armeni e il consigliere regionale del Lazio Mario Abruzzese.