Sicurezza: 850 studenti in gita, verifiche ai bus ok

Stampa, ult. agg. 07.06.17 -
Vai a:   articolo principale       

850 studenti delle scuole pietrasantine sono andati in gita in queste settimane e lo hanno fatto su autobus sicuri e in regola con le norme sulla circolazione.

Su 21 autobus ispezionati dalla Polizia Municipale, solo 1 è stato sanzionato. La Polizia Municipale di Pietrasanta ha concluso l’importante campagna di controlli sui bus delle gite scolastiche che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie di primo grado cittadine.

L’amministrazione comunale di Pietrasanta mette ancora al centro il tema della sicurezza: i controlli non hanno interessato solo i mezzi e tutti gli aspetti documentali, ma anche i conducenti nei confronti dei quali gli agenti della Polizia Municipale, coordinati dal responsabile del comando Giovanni Fiori, hanno proceduto a verifiche di natura psico-fisica grazie alle apparecchiature in dotazione (precursore ed etilometro) che dei titoli abilitativi e del rispetto dei tempi di guida e riposo.

“Rispetto alla scorsa campagna – analizza Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale - che aveva visto una alta incidenza di mezzi non in regola – uno su cinque – quest’anno è andata decisamente meglio. Un solo mezzo aveva una piccola irregolarità ed è stato sanzionato. Tutti gli altri bus, controllati in occasione del punto di ritrovo delle scolaresche, al Terminal Bus, erano perfetti così che i nostri giovani hanno potuto raggiungere la destinazione in completa sicurezza.

Per questa ragione ci tengono a complimentarmi con la società che ha selezionato i bus dimostrando grande attenzione al tema della sicurezza. I controlli ci hanno permesso di evitare che mezzi non perfettamente sicuri che avrebbero potuto anche presentare delle situazioni di pericolo circolassero sulle nostre strade. Una ruota usurata significa più facilità di foratura, un conducente che ha dormito poco è un conducente che rischia di addormentarsi alla guida: tutti potenziali fattori di rischio e di pericolo per chi è a bordo e per la collettività. La sicurezza della circolazione stradale oltre ad essere attività istituzionale, è un importante momento di consapevolezza collettiva”.