Terremoto: Pietrasanta dona parco giochi a Camerino

Stampa, ult. agg. 15.06.17 -
Vai a:   articolo principale       

Pietrasanta dona un parco giochi ai terremotati di Camerino. Missione nelle Marche per Pietrasanta che insieme alla struttura ludico destinata a far rivivere uno degli spazi destinati ai bambini e alle famiglie della città, donerà anche un assegno di 10 mila euro alla comunità frutto delle donazioni dei pietrasantini per sostenere iniziative ed attività per la ricostruzione. Due quindi le iniziative pro-Camerino.

Sarà inaugurato venerdì 16 giugno, alle 12.00, il parco giochi donato dal Comune di Pietrasanta alla città di Camerino.

Sarà il Sindaco, Massimo Mallegni insieme al Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi, e alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale e alcuni cittadini ed imprenditori che si erano adoperati per raccogliere fondi da destinare ai terremotati a battezzare il nuovo spazio giochi.

La struttura ludica scelta è denominata “Animal Boat” ed era stata acquistata per potenziare uno dei parchi giochi di Pietrasanta. Una piccola rinuncia per Pietrasanta, che aveva lanciato due anni fa il progetto “Più Parchi, Più Sorrisi” (a Pietrasanta ci sono attualmente 19 parchi gioco, 1 ogni 500 abitanti), che è però una grande conquista per una comunità che sta ancora soffrendo, molto, gli effetti del terremoto.

“La comunità di Pietrasanta, grazie anche a molti cittadini, imprenditori ed associazioni, ha dato prova in questi mesi grande di altruismo, amicizia e sensibilità – spiega Massimo Mallegni, Sindaco di Pietrasanta che inaugurerà il parco insieme al collega, il Sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui – raccogliendo, fino ad oggi, circa 10mila euro che serviranno per contribuire alla ricostruzione di parchi e spazi pubblici di Camerino. L’amministrazione comunale ha deciso di donare un gioco come segno di vicinanza a quelle comunità a cui non dobbiamo far mancare il nostro sostegno. E’ proprio nei momenti di difficoltà che le comunità devono stringersi ed aiutarsi. Sono onorato di poter essere il sindaco di una comunità che sa rinunciare. Con il primo cittadino ci saranno l’imprenditore Vittorio Focacci e l’amministratore del Golf Alisei, Manola Neri: due dei protagonisti delle “gare” di solidarietà che hanno consentito di raccogliere importanti donazioni.