Scuola: manutenzione, 150 mila euro per sostituire le caldaie “impazzite”

Stampa, ult. agg. 21.07.17 -
Vai a:   articolo principale       

Un centinaio di interventi programmati

Comune già al lavoro nelle scuole in vista del nuovo anno scolastico. Un centinaio gli interventi programmati alle primarie Ricci, Pascoli, Barsottini, Mancini, alla media Santini a Tonfano, alle scuole dell’infanzia Genny Marsili, Salgari, Lorenzini, Grimm e ai nidi Il Castello, L’Aquilone e Bambi.

Saranno sostituite con impianti di riscaldamento di nuova generazioni anche le vecchie “caldaie” che avevano provocato enormi disagi lo scorso inverno costringendo alla chiusura, anche per molti giorni, la scuola media Barsanti, la Marsili all’Africa e la primaria Pascoli.

Complessivamente saranno investiti 150mila euro: uffici al lavoro per preparare l’affidamento. L’obiettivo è avere i nuovi impianti accesi prima dell’arrivo dell’inverno.

Continua a restare alta l’attenzione nei confronti delle strutture scolastiche cittadine da parte dell’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni che vuole consegnare, al suono della prima campanella, scuole in ordine, pulite, accoglienti e soprattutto sicure sia dal punto di vista delle strutture sia degli ambienti.

Gli interventi sono frutto delle segnalazioni della direzione scolastica che hanno consentito all’amministrazione comunale di stilare una lista di “cose da fare” che spazia dalla semplice sostituzione di lampadine, arredi e servizi igienici, alla sistemazione di infissi, porte e finestre, al taglio dell’erba fino ad opere più importanti come tinteggiature e miglioramento della sicurezza.

L’intervento più corposo riguarderà la scuola elementare Pascoli (oltre 3mila metri quadrati), a Porta a Lucca, che beneficerà di una radicale tinteggiatura. “In questi due anni di mandato – spiega Simone Tartarini, Assessore alla Pubblica Istruzione – abbiamo già realizzato molti interventi importanti che hanno riportato le scuole ad un livello di sicurezza, accoglienza e decenza molto buono. Sostituiremo, come annunciato, le vetuste caldaie in tre scuole che non garantivano più il funzionamento. Il black out di questo inverno è purtroppo l’eredità di una totale assenza di manutenzioni. Le cambieremo con caldaie di nuova generazione”.

Tartarini cita altre azioni: “Solo per la Rodari, la Forli e la Pascoli abbiamo investito, nell’ultimo semestre, 50mila euro per il rifacimento della fognatura, tinteggiature varie e sistemazione delle copertura del tetto dell’aula informatica della scuola di Vallecchia. Interventi da tempo attesi come il rifacimento del cancello della scuola nel quartiere Africa”.

Nella lista di interventi sono compresi, per esempio, anche lo smaltimento di toner, il livellamento del giardino, la fornitura di mobiletti nuovi e sedie, l’eliminazione di infiltrazioni, la riparazione di estintori guasti e citofoni, cambi di serrature fino ai lavori di impiantistica.

“L’usura di porte, la rottura di serramenti, la sostituzione di lampadine, la manutenzione di giardini ed ambienti sono azioni di ordinaria manutenzione: se interveniamo, così come stiamo facendo, con regolarità evitiamo di bruciare risorse della comunità agendo nelle situazioni di urgenza. La programmazione – conclude Tartarini - ci sta permettendo di spendere bene e meglio le risorse a disposizione”