Lavori Pubblici: a Tonfano la scuola 3.0, pronto il progetto preliminare

Stampa, ult. agg. 25.08.17 -
Vai a:   articolo principale       

L’amministrazione comunale a caccia di finanziamenti per realizzare il nuovo polo che raccoglierà l’eredità della Bibolotti-Santini

La scuola del futuro nascerà a Tonfano. Avrà aule più grandi, una palestra e sarà realizzata applicando i principi della bioedilizia e del risparmio energetico.

Pronto il progetto preliminare del nuovo polo scolastico di Tonfano che l’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni intende realizzare sui terreni attualmente sede della scuola Santini e Bibolotti. Prevista anche una palestra capace di ospitare almeno 300 spettatori e consentire tutte le tipologie di attività motorie e sportive.

Inserito nel piano triennale delle opere, il progetto sarà presentato alle famiglie alla ripresa dell’anno scolastico. Sarà quella l’occasione per conoscere i dettagli del nuovissimo polo.

“La progettazione degli spazi è stata condivisa attraverso un confronto con la direzione scolastico e gli insegnanti che hanno fornito le indicazioni sulla tipologia di aule e laboratori funzionali al percorso didattico. – spiega Simone Tartarini, Assessore alla Pubblica Istruzione – Questa sarà una scuola moderna, ecosostenibile, anti-sismica e con un’attenzione particolare ai consumi energetici. Il nostro obiettivo è dotare la frazione di Marina di Pietrasanta di una scuola bella, adeguata alle necessità didattiche e sicura da tutti i punti di vista. Sono molto soddisfatto, sia come assessore ai lavori pubblici come assessore alla pubblica istruzione, di questo progetto che considero un punto di partenza per arrivare alla realizzazione della nuova scuola. Era da molto tempo che non veniva presentato un progetto per costruire una nuovo polo scolastico dell’obbligo. Vogliamo arrivare in fondo a questo percorso entro la fine del mandato pur sapendo di essere molto legati anche ai finanziamenti pubblici”.

Per quando riguarda le risorse necessarie per finanziare l’opera che complessivamente costerà tra i 6-7 milioni di euro, l’amministrazione comunale ha già individuato possibili canali di finanziamento come il bando triennale che la Regione Toscana pubblicherà nei primi mesi del 2018 e “per il quale – spiega ancora Tartarini - dovremo presentare un progetto cantierabile. Sarà nostra cura predisporre a breve un bando di gara per l’assegnazione ad un professionista del progetto”.

L’edificio, che ospiterà di fatto gli attuali elementare Bibolotti e la media Santini, è stato pensato già prevedendo uno spazio, per ogni aula, di almeno 50 metri al posto degli attuali 40. Di fronte al plesso della scuola l’amministrazione comunale sta realizzando anche il parco sportivo di via Catalani che sarà inaugurato a breve. Frutto di un’idea del consigliere Daniele Taccola, e seguito dall’assessorato allo sport di Andrea Cosci e ai Lavori Pubblici di Simone Tartarini - nel nuovo parco troveranno spazio un campo da basket e calcetto dotati di illuminazione ma anche giochi e panchine al riparo dal sole e dalla calura.

“Questa amministrazione – spiega Andrea Cosci, Assessore allo Sport che, insieme all’Assessore Simone Tartarini, sta seguendo il progetto – sta mantenendo i suoi impegni con i cittadini. Il parco sportivo sarà uno dei punti di aggregazione più importanti della zona di Marina per bambini, famiglie e appassionati di sport. Il nuovo campo di via Catalani sarà dotato di un’area polifunzionale dove si potrà praticare il basket, il calcetto e la pallavolo. Ma ancora più significativo che potrà essere utilizzato dalla scuola, durante le ore di lezione, per l’attività motoria. L’area sarà completata anche con strutture ludiche per i più piccoli e sarà dotato di impianto di illuminazione per consentire la sua fruibilità anche la sera. E’ nostra intenzione realizzare anche un piccolo bocciodromo per far diventare questo spazio sempre più vivibile da tutte le fasce d’età”.