Scuola: nuove tubazioni alla Lorenzini, oltre 200mila euro di interventi nei plessi

Stampa, ult. agg. 29.08.17 -
Vai a:   articolo principale       

Oltre 200mila euro di interventi nelle scuole cittadine in vista dell’inizio dell’anno scolastico.

Il Comune di Pietrasanta già al lavoro nei plessi scolastici per far ritrovare, al suono della campanella, edifici e aule pronte, accoglienti, sicure e pulite per gli studenti e gli insegnanti. Un centinaio complessivamente le azioni programmate – e in parte già eseguite come il livellamento del giardino, la fornitura di mobiletti nuovi e sedie, l’eliminazione di infiltrazioni, la riparazione di citofoni, cambi di serrature fino ai lavori di impiantistica - alle primarie Ricci, Pascoli, Barsottini, Mancini, alla media Santini a Tonfano, alle scuole dell’infanzia Genny Marsili, Salgari, Lorenzini, Grimm e ai nidi Il Castello, L’Aquilone e Bambi.

Saranno sostituite con impianti di riscaldamento di nuova generazione le vecchie “caldaie” che avevano provocato enormi disagi lo scorso inverno costringendo alla chiusura, anche per molti giorni, la scuola media Barsanti, la Marsili all’Africa e la primaria Pascoli.

A fianco della sostituzione delle caldaie (intervento da 150mila euro totali), l’amministrazione comunale di Pietrasanta guidata da Massimo Mallegni ha deciso di mettere mano anche al vetusto impianto idraulico della scuola d’infanzia Lorenzini dove erano state rilevate, in occasione delle analisi effettuate lo scorso anno, leggerissime tracce di ferro (innocue per la salute) dovuti alla presenza di tubazioni vecchie. L’intervento è in corso. In dirittura d’arrivo i radicali lavori di imbiancatura della scuola Pascoli, a Porta a Lucca (oltre 3mila metri quadrati).

“Gli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione sono a buon punto. – spiega Simone Tartarini, Assessore alla Pubblica Istruzione che ha visionato il plesso della Lorenzini – Saremo pronti per l’inizio dell’anno scolastico. L’usura di porte, la rottura di serramenti, la sostituzione di lampadine, la manutenzione di giardini ed ambienti sono azioni di ordinaria manutenzione: se interveniamo, così abbiamo fatto in questi due anni e mezzo di mandato, con regolarità evitiamo di bruciare risorse della comunità agendo nelle situazioni di urgenza. Il caso delle caldaie è emblematico: non era stata fatta manutenzione ed il risultato è stato il loro collasso nel momento più freddo dell’inverno. La programmazione – conclude Tartarini - ci sta permettendo di spendere bene e meglio le risorse a disposizione. Insegnanti ed alunni ritroveranno scuola migliori al loro ingresso”.