Viabilità: il comune interpella Anas per la rotonda Motrone

Stampa, ult. agg. 28.09.17 -
Vai a:   articolo principale       

La rotonda alle curve di Motrone non è un miraggio. L’amministrazione comunale di Pietrasanta ha già avviato i contatti con Anas.

L’ente nazionale per le strade ha infatti l’ultima parola sul progetto per la realizzazione della nuova rotatoria richiesta da gran voce, con tanto di raccolta di mille firme, dai residenti della frazione di Tonfano e Focette.

“L’interconnessione tra via Tremaiola e la via Aurelia è uno dei punti più pericolosi della viabilità cittadina e fonte di incidenti e tamponamenti quotidiani. Da tempo se ne parla ma nessuno, prima di oggi, aveva dato seguito alle promesse.- spiega Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale - L’Anas è stata informata del nostro progetto e stiamo aspettando una sua valutazione. Abbiamo effettuato un nuovo sopralluogo insieme ai lavori pubblici per iniziare a progettarla. Purtroppo non sono opere che dipendendo dal Comune, ma necessitano del parere e del nulla osta di più soggetti, tra cui proprio Anas. Non è un miraggio, è una infrastruttura concreta destinata a portare enormi miglioramenti ai flussi della circolazione, che su quell’arteria sono elevati, riducendo i rischi per automobilisti e ciclisti”.

Nel frattempo l’Anas ha già fornito un parere favorevole per quanto riguarda la modifica alla nuova viabilità in via Tremaiola presentata ai residenti in occasione di uno degli incontri nelle frazioni ed approvata dalla giunta. “Anas ci permetterà, in questa fase iniziale, di posizionare dei dissuasori tra via Tremaiola e via Tre Ponti e sposteremo in avanti la segnaletica di Stop – spiega Cosci – così da evitare ingressi a tutta velocità sulla via Aurelia. Con questa misura tuteliamo coloro che si immettono sulla via Aurelia da via Tre Ponti”.

Per quanto riguarda via Tremaiola l’amministrazione ha già predisposto documentazione ed autorizzazioni per l’installazione delle chicane dolci mantenendo intatta la doppia corsia. “L’obiettivo della chicane, che sarà realizzata in tre punti formando una S – spiega Cosci – è ridurre la velocità del traffico veicolare, mettere in sicurezza le utenze pedonali e ciclabili e tutto il tratto stradale che congiunge la via Aurelia con la frazione di Tonfano ma anche diminuire i punti di conflitto con l’intersezione di via Tre Ponti. Realizzeremo la chicane senza ridurre la larghezza e il numero di corsie utilizzando sia la segnaletica orizzontale che verticale inserendo dei delimitatori speciali di ostacolo e dei dissuasori in calcestruzzo che avranno il compito di obbligare automobilisti e motociclisti ad alzare il piede dall’acceleratore. Questo intervento, insieme alla rotonda di Motrone, renderà questo tratto finalmente sicuro. Il commissario – conclude Cosci – dovrà semplicemente attuare il progetto che noi lasceremo già pronto”.