Viabilità: Ponterosso, c’è l’accordo con la proprietà per il parcheggio

Stampa, ult. agg. 28.09.17 -
Vai a:   articolo principale       

Firmato l’accordo con la famiglia Bresciani. L’amministrazione comunale di Pietrasanta ha rinnovato l’accordo per l’utilizzo, a fini pubblici, dell’area limitrofa alla Chiesa San Bartolomeo di Ponterosso. L’amministrazione comunale di Pietrasanta mantiene l’impegno con la comunità della frazione preso in occasione degli incontri con i residenti trovando un nuovo impegno con la proprietà del terreno che corre lungo la via Aurelia Nord e che consentirà di realizzare una ventina di posti auto in più, rispetto a quelli già esistenti, ed una nuova staccionata per delimitare l’area di sosta e migliorarne il decoro.

“L’ex sindaco Mallegni – spiega Daniele Mazzoni, Vice Sindaco – aveva preso un preciso impegno con i residenti. L’accordo è stato rinnovato ed addirittura ampliato. L’area sarà conservata ad uso parcheggio ed allargata consentendo un maggiore numeri di posti auto venendo così incontro alle precise richieste dei cittadini. Ringraziamo la famiglia Bresciani, proprietari dell’area, per la sensibilità e per aver messo a disposizione del Comune, e quindi dei residenti, con la formula del comodato gratuito, una porzione più grande dello spazio. L’accordo era indispensabile per iniziare a programmare i lavori di riqualificazione e sistemazione del parcheggio”.

Novità anche sul fronte della piccola area sportiva gestita fino ad oggi dalla Parrocchia: il campetto da calcetto, oggi in disuso, sarà preso in carico dell’amministrazione comunale che provvederà alla sua riqualificazione e gestione futura con l’obiettivo di renderlo nuovamente fruibili dai giovani.

L’amministrazione aveva provveduto, negli scorsi mesi, ad installare proprio nel tratto compreso tra la Chiesa e del parcheggio limitrofo, due impianti lampeggianti per l’attraversamento pedonale, chiamati Safety Cross, che hanno il compito di rendere ben visibile, anche durante le ore notturne, l’attraversamento perdonale e di tutelare ulteriormente i pedoni e ciclisti.