Sicurezza: Pietrasanta sicura, telecamere “connesse” con Polizia Stato e Carabinieri e 4 nuovi impianti

Stampa, ult. agg. 03.10.17 -
Vai a:   articolo principale       

Quattro nuove telecamere per “sorvegliare” l’accesso alla frazione di Capriglia, al quartiere Africa, al Terminal Bus e via del Castagno con doppia funzione di controllo e di deterrenza contro malintenzionati e maleducati. Saranno installate entro la fine del mese di ottobre i quattro nuovi impianti di videosorveglianza attivati dall’amministrazione comunale di Pietrasanta che andranno a potenziare ulteriormente la rete di vigilanza sul territorio. Sono ventidue, attualmente, gli impianti accesi da Comune di Pietrasanta e dalla Polizia Municipale che hanno permesso di individuare, in più occasioni, i responsabili di reati contro il patrimonio pubblico ma anche scippi e furti.

“Pietrasanta è stato il primo comune della costa a recepire la direttiva del Ministero dell’interno per la connessione, in tempo reale, delle telecamere con i comandi della Questura di Forte dei Marmi e dei Carabinieri di Pietrasanta che potranno – spiega Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale – visionare in qualsiasi momento, nel loro terminale, il materiale video. E’ stata l’amministrazione a sostenere i costi della connessione poiché il decreto sicurezza non prevedeva risorse per questa voce ma l’ha di fatto imposta agli enti. Potevamo temporeggiare oltre ma abbiamo invece ritenuto che la connessione sia uno strumento prioritario per incrementare la percezione di sicurezza dei cittadini. E’ una ulteriore misura – prosegue Cosci - per velocizzare le fase di indagini e l’eventuale entrata in azione delle pattuglie delle forze dell’ordine. In due anni e mezzo abbiamo installato ventidue impianti, al nostro insediamento, erano appena quattro di cui uno non funzionante”.

I nuovi impianti, come anticipato, saranno installati all’ingresso del centro storico, e più precisamente in via del Castagno, all’ingresso di via Capriglia, in prossimità dell’ex ospedale per consentirci di monitorare i mezzi che accedono alla frazione ed in caso di necessità di visionare le immagini.

Stesso ragionamento per l’impianto al Terminal Bus, nell’area limitrofa alla stazione dove abbiamo già potenziato l’impianto di illuminazione e tra via Bernini ed angolo via Primo Maggio con la funzione di controllare i mezzi che accedono al quartiere Africa. Anche questo aspetto del nostro mandato è stato rispettato appieno. – conclude – E’ nostra intenzione, se i cittadini confermeranno la guida di questa amministrazione, installare altri 23 impianti così come previsto dal progetto Pietrasanta Sicura. Pietrasanta oggi è una città sicuramente più sicura e sorvegliata rispetto a molte altre realtà. Lasciamo al Prefetto il solo compito di seguire l’installazione delle telecamere che sono già state acquistate e sono già pronte per essere accese”.