Lotta al degrado: 1,5 tonnellate di rifiuti abbandonati

Stampa, 10 lug 08:13 ·
Vai a:   articolo principale       

Riattivate le telecamere mobili contro incivili e furbetti

Partita nuova mappatura delle aree a rischio.

Torna l’isola ecologica in Piazza 4 Novembre a Motrone.

Riattivate le telecamere mobili contro maleducati e furbetti della spazzatura ed avviata la mappatura delle aree a rischio per intervenire con più rapidità nello “stroncare” i fenomeni di degrado. Inasprita anche la sanzione per chi viene “pizzicato” dalle telecamera a riempire cassonetti con sacchetti o a lasciare i rifiuti in strada: rischia una multa di 450 euro. L' amministrazione Giovannetti riparte dal decoro e dalla lotta al degrado, dal mantenimento dell’ordine e della pulizia su tutto il territorio comunale.

“Decoro, lotta al degrado e pulizia del territorio sono in cima alla lista delle nostre priorità. – conferma Alberto Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – Non saremo tolleranti nei confronti di incivili e maleducati che producono un danno enorme a tutta la collettività dal punto di vista dell’ambiente, dell’immagine e della qualità della vita, dimostrando di non avere rispetto della collettività. Abbiamo dato mandato alla Polizia Municipale di riattivare le telecamere mobili: sono già in funzione. Saranno spostate continuamente su tutto il territorio per presidiare tutte le aree a rischio abbandoni che abbiamo individuato attraverso uno studio storico degli interventi di rimozione eseguiti in questi anni”.

Le telecamere avevano rappresentato, già nella precedente amministrazione Mallegni, uno strumento molto efficace con decine di sanzioni indirizzate a residenti e turisti fotografati mentre abbandonavano sacchetti ed ogni genere di rifiuti da auto, scooter e persino a piedi.

Nel frattempo è stato già completato, la scorsa settimana, il primo piano straordinario per la rimozione dei sacchetti del verde, dei rifiuti abbandonati ed ingombranti nell’area compresa tra il viale a Mare e via Unità d’Italia del comune. Il piano, eseguito da Ersu e seguito dall' assessore all’ambiente, Elisa Bartoli, ha consentito di recuperare 1 tonnellata di sacchetti di verde abbandonati in strada e circa 400 chilogrammi di rifiuto indifferenziato tra cui anche ingombranti:

“La pulizia del territorio, il decoro, l’attenzione all’ordine e all’immagine sono elementi indispensabili per una città turistica come la nostra. – ha spiegato la Bartoli che ha seguito in prima persona l’intervento di rimozione – Il livello di impegno, su questo fronte, sarà massimo. Riattiveremo – annuncia – anche l’isola ecologia multi materiale in Piazza 4 Novembre, a Motrone, di fronte alla spiaggia libera. Sarà dotata di telecamera fissa per vigilare sul corretto conferimento ed Ersu provvederà al recupero ogni sabato, domenica e lunedì per assicurare un’area pulita e priva di odori. L’isola ecologica, già sperimentata con successo anche la scorsa estate, consente a residenti, turisti delle seconde case e del weekend di conferire i rifiuti ed evitare i fenomeni di abbandono. E’ una soluzione che ci permette di andare incontro ai proprietari delle seconde case e dei residenti nel periodo estivo quando la popolazione aumenta enormemente”.