Pietrasanta commemora strage via d’Amelio

Stampa, ult. agg. 19.07.18 -
Vai a:   articolo principale       

26 anni fa l’attentato e la morte di Borsellino e della sua scorta

Pietrasanta non dimentica. Pietrasanta ricorda.

Depositata al Campo di Atletica in via Unità d’Italia intitolato a Falcone e Borsellino una corona di alloro a 26 anni (era il 19 luglio 1992) dall’attentato terroristico mafioso di via d’Amelio costato la vita al giudice Paolo Borsellino e ai cinque agenti della scorta (Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina).

La corona, scortata fino alla targa commemorativa da un gruppo di ragazzi, è stata deposta dall’assessore ai lavori pubblici, Francesca Bresciani, che, nel suo breve intervento ai ragazzi, ha ricordato “la passione ed il sacrificio di Borsellino e Falcone, dei loro agenti e di tutti coloro che ogni giorno ci difendono nella piena consapevolezza di rischiare la vita. La mafia, il terrorismo ed ogni forma di disordine – ha spiegato ancora parlando delle forze dell’ordine – non devono appartenere alla vostra generazione che deve studiare, capire ed elaborare la totale riluttanza e negazione di questo genere di azione che rende la nostra comunità barbara e vile. Se oggi siamo qui, a godere della nostra libertà, è anche grazie a figure come quelle di Falcone e Borsellino. Non dimenticatelo”.

Alla cerimonia hanno partecipato i consiglieri Antonio Tognini e Sandra Da Prato.