Sicurezza: il comune chiude passi a mare limitrofi discoteche e locali notturni

Stampa, 20 ago 10:43 ·
Vai a:   articolo principale       

Salgono a 11 gli accessi interdetti la notte

La novità: copia della chiave universale a 118 e forze di polizia per garantire l'accesso in caso di necessità.

Il sindaco ordina la chiusura di altri otto passi a mare con alcune novità rispetto al passato. I concessionari degli stabilimenti balneari dovranno consegnare una copia della chiave universale per accedere al varco sia al 118 che alle forze dell’ordine e dovranno garantire la presenza di personale che provveda, in caso di necessità, all’immediata rimozione delle strutture in periodo di chiusura dalle 21.30 alle 8.00. Salgono ad 11 i varchi di accesso alla spiaggia che fino al 30 settembre, nel solo weekend e durante la sola notte (dalle 21.30 alle 8.00), resteranno interdetti. L’ordinanza è stata emessa dal Sindaco, Alberto Giovannetti dopo una lunga fase di concertazione con Prefettura di Lucca e con l’associazione balneari. I passi a mare chiusi si trovano a ridosso o nelle immediate vicinanze di discoteche e locali notturni. E’ la seconda ordinanza, dopo quella parziale di luglio che aveva interdetto l’accesso a tre varchi, che la nuova amministrazione comunale firma in accordo con i concessionari per prevenire futuri danneggiamenti alle strutture e alle attrezzature. La nuova ordinanza revoca la precedente.

Oltre ai passi a mare che si trovano tra lo stabilimento balneare in via Italia tra Il Pescatore e La Bussola, in via Cavour tra la Bussola e l’Ostras Beach/Il Barattolo e in Piazza Bernardini tra il bagno 90° minuto e Sorrento, resteranno chiusi i passi in via L. Ariosto tra Palazzo della Spiaggia e Lido, via Savoia tra Biondetti e Aeolus, accesso pedonale dal ponte tra Aeolus e Fosso Motrone, via Arezzo tra Zara e Nettuno Alba, via Tagliamento tra Marzocco e Luciano, via Leonardo da Vinci tra Roma Garden e Tropicana, via Apua tra Coluccini e Lido e via Pasubio tra Chimera e Patrizia. “Il problema della chiusura dei passi a mare si è posto in maniera nuova e diversa rispetto agli anni passati a seguito della riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza che si era tenuto lo scorso 14 giugno in Prefettura e a cui aveva partecipato il commissario. In quell’occasione – spiega Alberto Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – era stata evidenziata la non replicabilità delle ordinanze che fino a quel momento erano state emesse per chiudere tutti i passi a mare alla luce dei mutamenti normativi ed in ragione del fatto per cui non ci fossero le condizioni di contingibilità e sicurezza”.

L’ordinanza prevede alcune novità. Su ogni passo a mare dovrà essere apposto un cartello ben visibile con recapito telefonico di un reperibile per l’apertura urgente del passo in caso di necessità e dovrà essere consegnata una copia della chiave universale sia al 118 che alle forze dell’ordine. “Dobbiamo assicurare l’accesso alla spiaggia dei mezzi di soccorso e alle forze dell’ordine – conclude il primo cittadino – in caso di bisogno”.