Stagio Stagi: il comune chiede alla Provincia progetto e studio

Stampa, 21 ago 11:15 ·
Vai a:   articolo principale       

Bresciani: “la provincia di Lucca non dovrebbe consentire l’attività scolastica all’interno di quell’edificio visto che ci sono più e più segnali della sua pericolosità".

“Si richiede una copia del progetto al fine di valutarne la fattibilità e la corretta rappresentazione delle criticità esistenti così da porlo all’attenzione dei nostro uffici, dei tecnici e dei legali”: si chiude così la lettera firmata dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Bresciani inviata alla vigilia di ferragosto alla Provincia di Lucca per chiedere formalmente e ufficialmente spiegazioni sull’esclusione del finanziamento del progetto di sostituzione edilizia dell’Istituto Superiore Artistico. Il progetto, presentato dalla Provincia di Lucca che gestisce il plesso, si è classificato al 342esimo posto: molto lontano dalla possibilità di essere finanziato, anche solo in parte.

Pochi giorni prima, proprio durante un incontro a cui aveva partecipato anche il primo cittadino, Alberto Giovannetti, la Provincia di Lucca aveva fornito rassicurazioni sulle possibilità di trovare le risorse per ricostruire la scuola e consegnare alla comunità un polo unico delle superiori all’interno del quale avrebbero trovato collocazione il liceo artistico ed il Don Lazzeri.

“Siamo preoccupati – spiega Bresciani – perché questo è un intervento di sostituzione edilizia prioritario ed urgente invocato da tempo da studenti e docenti e da tutta la città. Non comprendiamo le ragioni dell’esclusione dal piano di finanziamenti ed è volontà della nostra amministrazione ottenere chiarimenti in merito e sollecitare, nel caso non lo avesse ancora fatto, l’amministrazione provinciale a valutare tutte le azioni necessarie volte ad una rivalutazione dell’inserimento dell’intervento nel piano da parte degli organi preposti. La provincia di Lucca non dovrebbe consentire l’attività scolastica all’interno di quell’edificio visto che ci sono più e più segnali della sua pericolosità. La Provincia dovrebbe attivarsi per trovare una soluzione alternativa per garantire il regolare svolgimento dell’attività scolastica: chi si prende la responsabilità di autorizzare l’attività didattica dentro quella struttura? Viste le condizioni io non la firmerei mai”.

Di contro il progetto presentato dall’amministrazione comunale oggi guidata da Alberto Giovannetti ha incassato, invece, il via libera ottenendo 6milioni di euro di finanziamenti per realizzare il polo unico di Tonfano. Il progetto si è classificato al 17esimo posto. “Scuole ed infrastrutture necessitano di manutenzioni costanti. – conclude Bresciani – Oppure questi sono i risultati. Lo Stagio Stagi non offre più garanzie sufficienti”.