Versiliana: procede spedita la riforestazione

Stampa, ult. agg. 29.08.18 -
Vai a:   articolo principale       

Un parco più fruibile, accessibile e sicuro, ordinato, bello e rigoglioso dove la natura sia elemento di richiamo e di rispetto. L’obiettivo è proteggere e valorizzare il patrimonio naturale e allo stesso tempo renderlo un punto di incontro per residenti, turisti, sportivi ed amanti della vita all’aria aperta.

Va avanti a gonfie vele il progetto del Comune di Pietrasanta di riforestazione ed inerbimento naturale del parco e del bosco della Versiliana. A seguire i nuovi interventi di manutenzione è arrivato nuovamente anche il Sindaco, Alberto Giovannetti, accompagnato dal vice sindaco e assessore all’ambiente, Elisa Bartoli, e dall’agronomo Pietro Bacci.

La manutenzione ha consentito di recuperare e liberare dagli infestanti nuovi spazi come l’area lato monti subito all’ingresso del cancello del viale Apua e di dare continuità al progetto di riforestazione che ha messo a dimora 5.035 piante tra pini domestici e marittimi, frassini, querce, lecci, ontani, ornielli, salici, allori ed aceri, grazie ai tre progetti finanziati dalla Regione Toscana con contributi comunitari, al progetto finanziato dalla onlus “Azzero CO2" e al progetto autogestito con la collaborazione dei Carabinieri Forestali.

“I risultati del lavoro paziente che stiamo portando avanti oggi lo vedremo tra tre-quattro anni. – spiega il primo cittadino – Il parco deve diventare un’attrazione per la frazione di Fiumetto ed è per questo che lo renderemo più fruibile, accessibile e bello, ma anche più sicuro attraverso una manutenzione costante e mirata. Un parco pulito ed ordinato tiene lontana anche la maleducazione e l’inciviltà. Stiamo valutando – prosegue – di attivare un servizio di sorveglianza lungo tutto l’arco dell’anno con funzioni di presidio, controllo e vigilanza per rendere questo spazio ancora più sicuro e tenere lontani i fenomeni di degrado e di abuso del bene comune”.

Tra gli obiettivi dell’amministrazione c’è il potenziamento delle attività sportive e della creazione di percorsi anche per disabili.

“Prima mettiamo in ordine il parco prima potremo iniziare ad investire sulle attività di valorizzazione e di intrattenimento. – conclude – Qui ci sono potenzialità ancora inesplorate nel contesto del più bel bosco della costa”.

parco La Versiliana    Parco La Versiliana