Eventi: Pietrasanta si tuffa nel Medioevo

Stampa, 29 set 13:17 ·
Vai a:   articolo principale       

Pietrasanta torna nel Medioevo. Tutto pronto per la due giorni ad ingresso libero dedicata alla rievocazione storica organizzata e promossa dal Comune di Pietrasanta, Fondazione Versiliana e Start che al debutto, lo scorso anno, aveva stupito per partecipazione e presente. Ricchissimo il programma del weekend medievale, in agenda da sabato 6 a domenica 7 ottobre, nel centro storico con le sue piazze e strade destinato a portare turisti, curiosi ed appassionati in un’epoca che abbiamo vissuto solo sui libri di storia o al cinema. I presupposti social per un successo bis sono già ottimi con quasi 200mila persone raggiunte dal post dell’evento, 650 condivisioni ed centinaia di like. Il programma è disponibile sul sito www.comune.pietrasanta.lu.it oppure sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Pietrasanta.

Ci saranno mercatini ed accampamenti tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00 nella piazzetta di fronte a Palazzo Moroni e nella Piazzetta del Centauro, intrattenimento no-stop dalle 17.00 alle 20.00 con danze medievali, duelli armati, sbandieratori, musici, falconieri e giochi di fuoco, spettacoli di magia per i bambini al Parco della Lumaca alle 10.30 e alle 16.30, cortei e tornei nella cornice del cuore della città vestita con abiti storici oltre naturalmente al pranzo (e alla cena) con il Re e la Regina nel Chiostro di S. Agostino (su prenotazione) e alla proposta enogastronomica dei ristoranti con menu a tema e alle vetrine delle botteghe allestite con abiti e cimeli medievali in collaborazione con la Pro Loco e le Contrade del Palio dei Micci.

La rassegna è stata presentata in Sala Giunta dal Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e dal Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi, dal Presidente delle Botteghe di Pietrasanta, Stefano Sermattei e da Ilaria Viti della Contrada La Cervia.

“L’obiettivo – ha spiegato il primo cittadino - è quello di creare opportunità per le attività commerciali, per la filiera turistico-ricettiva e tutto l’indotto in una fase di bassa stagione. Fare queste iniziative in estate non ha molto senso, hanno senso in questi momenti nell’anno. Oggi respiriamo un po’ di Medioevo, poi avremo il Festival Libropolis, il Festival della Filosofia, San Martino, due settimane con il villaggio di Natale già dal 1 dicembre e molto altro ancora. Ci aspettano quattro mesi di eventi di grande richiamo. Il nostro iperattivismo è nel segno della continuità”.

Il clou sarà rappresentato dalla sfilata sabato 6 ottobre (dalle ore 21.30) in centro storico e dalla rievocazione de La Cervia e dei gruppi storici impegnati sullo sfondo della scenografia della Chiesa e del Chiostro di S. Agostino raccontata dalla speaker ufficiale, Ezio Marcucci. “Pietrasanta si tuffa nel Medieovo con un programma perfezionato e con una dislocazione diversa rispetto alla prima edizione per cercare di coinvolgere tutto il centro storico e consentire ai visitatori di fruire anche della nostra offerta artistico culturale. – spiega Bernardi, regista della kermesse – La rievocazione, con il Re e la Regina, sarà l’evento principale di una due giorni che vuole essere uno strumento di promozione del territorio. Ci sono tutti gli ingredienti per bissare il successo dello scorso anno”.

Tra gli eventi da segnalare la riapertura della Sala del Consiglio, il via del Marzocco, il concerto medievale a cura del gruppo “in Vino Veritas” e la proposta enogastronomica con due soluzioni: la cena ed il pranzo medievali organizzati dalla Contrada La Cervia (sabato 6 ottobre alle ore 20.00 e domenica 7 ottobre alle ore 13.00) nel colonnato del Chiostro di S. Agostino (info e prenotazioni al 328.9264419 con possibilità di menu anche per i bambini) oppure uno dei meni della tradizione gastronomica dell’epoca che i turisti e visitatori possono trovare nei ristoranti che hanno aderito (Filippo Mud Pietrasanta, Trattoria Gatto Nero, Ristorum in Pietra Sancta, La Brigata da Filippo, L’Olivo di Tia, Libero, Il Circo, Pinocchio, Antica Pizzeria Ghimenti e Osteria La Volpe e l’Uva).

A Pietrasanta si esibiranno e saranno protagonisti insieme alla contrada de La Cervia, i Cavalieri della Rocca, gli Arcieri dello Spirito Fiorito, Contrada La Madonnina, Gruppo Sbandieratori e Musici del Palio dei Micci, in Vino Veritas, Ignes Fatui, Danze Storiche Ducato di Massa, Collegium Lunae, I Senza Nome, Compagnia della Spada e della Veglia oltre alla collaborazione con Pro Loco di Querceta e le Contrade del Palio dei Micci.