Frane: comune accelera su via Casone (Strettoia), approvato il progetto definitivo

Stampa, 5 ott 14:06 ·
Vai a:   articolo principale       

Frane, smottamenti e contrasto al dissesto idrogeologico. L’amministrazione Giovannetti approva il progetto definitivo per la messa in sicurezza della frana di via Casona a Strettoia. In dirittura d’arrivo anche l’iter per curare la frana di via Valdicastello. Per entrambi i versanti, che stanno creando disagi anche sul fronte della viabilità a causa della presenza dei geo-block, l’amministrazione comunale investirà circa 100 mila euro di risorse proprie per eseguire gli interventi di riduzione e mitigazione del rischio idrogeologico.

Durissima l’analisi del primo cittadino, Alberto Stefano Giovannetti: “L’evento di Strettoia risale addirittura a dicembre 2017. I cittadini hanno ragione a lamentarsi. Probabilmente potevano essere gestiti in altra maniera per evitare i geo-blocchi e tutti i disagi che stanno ancora creando. Finalmente abbiamo il primo progetto definitivo per Strettoia che sarà un intervento importante, e nei prossimi giorni avremo anche quello di Valdicastello. Abbiamo accelerato anche grazie alla costanza dell’assessore Bresciani e degli uffici che ci permetteranno di togliere i geoblocchi molto presto e di riaprire la viabilità in completa sicurezza”.

Dal punto di vista tecnico l’intervento di Strettoia prevede un alleggerimento del versante con la pulizia della vegetazione arbustiva ed arborea, la rimozione dei detriti, la fasciatura con rete metallica controventata ed ancorata con tiranti e naturalmente la regimazione idraulica delle acque di sgrondo da monte e lateralmente al sito. Prevista anche una fase successiva e costante di monitoraggio per controllare il comportamento del versante. “Stiamo sfruttando ogni occasione per accelerare, così come abbiamo fatto fino dal nostro insediamento, perché si tratta di movimenti che potevano già essere risolti o in dirittura di risoluzione con un altro tipo di approccio. Credo – analizza Francesca Bresciani, Assessore ai Lavori Pubblici - che in meno di due mesi dovremo riuscire a completare i lavori e a riaprire la strada in sicurezza”.