Madonna del Sole: 150° anniversario, un incontro nel Chiostro sul ruolo di Ranieri Leonetti e Roberto Cipriani

Stampa, 10 ott 13:29 ·
Vai a:   articolo principale       

150° anniversario dell’incoronazione della Madonna del Sole: un incontro sul ruolo e le figure di Roberto Cipriani, valente intagliatore ed argentiere che nel 1862 realizzò il trono in legno dorato, a forma di tempietto, in cui l'immagine è esposta sull' altare del Duomo di San Martino e dell’artista stazzemese Ranieri Leonetto che nel 1868 fu autore dell'immagine, incisa e riprodotta a stampa, divulgata e largamente diffusa fino ad oggi in Pietrasanta. E’ una delle tante iniziative che caratterizzano le celebrazioni della Madonna del Sole in corso fino al 25 novembre in Versilia. L’incontro promosso in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e la partecipazione del Comune di Stazzema è in programma sabato 13 ottobre, alle ore 17.00. Relatrici: Anna Guidi e Elisa Marcucci. Introduce Serena Vincenti, Assessore alla Cultura del Comune di Stazzema. In agenda anche la proiezione del video “Leonetti, Cipriani e Razzuoli: pitture, oreficerie ed intagli nella Versilia dell'Ottocento “a cura di Caterina Giannotti. 


Le celebrazioni della Madonna del Sole proseguono fino al 25 novembre con appuntamenti religiosi, musicali, storici ed artistici. Prossimi appuntamenti sabato 20 ottobre a Villa Bertelli di Forte dei Marmi con la presentazione del progetto delle scuole dell’Istituto Comprensivo di Forte dei Marmi dal titolo “In attesa di te” e sabato 27 ottobre alle ore 17.00 nella Sala Annunziata del Chiostro di S. Agostino a Pietrasanta con il convegno “A Peste, Fame et Bello…”: le malattie infettive nella storia e nell’immaginario patrocinato dall’Istituto Storico Lucchese, sezione Versilia Storica, Fidapa Versilia e Società Italiana d’Igiene.

Ranieri Leonetti (1818-1883) fu un pittore molto attivo nel territorio versiliese. Molte delle sue opere, prevalentemente religiose, sono visibili nelle chiese della Versilia. Leonetti trascorse l’infanzia tra Pruno e Cardoso per poi trasferirsi a Querceta e studiare presso la scuola di Belle Arti di Pietrasanta. La sua carriera pittorica fu legata al maestro di pittura Antonio Digerini. Numerose immagini sacre dipinte dal Leonetti sono esposte nelle chiese della Versilia. Specializzatosi nell’attività di restauratore nel 1855 si occupò della Madonna del Sole per un compenso di 80 lire. Nel 1868, sempre per la Madonna del Sole, fu autore dell'immagine, incisa e riprodotta a stampa, divulgata e largamente diffusa fino ad oggi in Pietrasanta.

Roberto Cipriani (1826-1911) figlio di Ginese, fu intagliatore e scultore in legno, musicista, poeta satirico-umoristico, cesellatore in oro ed argento, lavorò nella bottega di famiglia e in quella del Razzuoli a Pietrasanta. Le chiese della Versilia conservano un ricco patrimonio delle loro opere in argento e legno, accuratamente studiato e catalogato negli anni Novanta da don Mario Mencaraglia. Centoventuno sono i pezzi in argento di cui abbiamo traccia e a centinaia si contano gli arredi ignei intagliati e dorati riconducibili all'attività dei Cipriani. Roberto, nato a Farnocchia, formatosi a Lucca, Roma e Pietrasanta, allievo del Digerini e di Vincenzo Santini, fu anche organista del Duomo di Pietrasanta e fondatore della Filarmonica di Santa Cecilia di Farnocchia. Nel 1862 realizzò per la Madonna del Sole, per una spesa di 1175 lire, il trono in legno dorato, a forma di tempietto, in cui l'immagine è esposta sull' altare del Duomo di San Martino in occasione del Centocinquentenario dell'Incoronazione. Il trono fu utilizzato nel 1868 per la solenne processione dell'Incoronazione.