Regolamenti: Taxi, comune rivede regole per migliorare il servizio anche in funzione turistica

Stampa, 18 ott 15:08 ·
Vai a:   articolo principale       

Regolamento per l’esercizio del trasporto pubblico non in linea: il comune lo rivede.

In attesa di essere visionato e discusso dalla commissione consiliare la settimana prossima, l'amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti ha provveduto a predisporre una prima bozza del regolamento che disciplina l’attività dei taxi sul territorio comunale.

“Il regolamento – anticipa Francesca Bresciani, Assessore alle Attività Produttive – era datato e non più aderente alle necessità della categoria ne dei fruitori. Abbiamo messo mano a più punti del regolamento che non veniva toccato da molti anni, probabilmente venti, per renderlo attuale. Ho incontrato i tassisti che mi hanno rappresentato le loro difficoltà soprattutto durante il periodo estivo. E’ nostra intenzione rendere il servizio più evidente dal punto di vista della comunicazione e della promozione e lavorare, se ci sarà la volontà anche degli altri comuni, ad un servizio sempre più comprensoriale”.

Il nuovo regolamento ha modificato le modalità per l’assegnazione delle licenze che dovrà avvenire attraverso concorso pubblico, l’esercizio del servizio in particolare sull'acquisizione della corsa al servizio centralizzato (radio taxi), oltre che nei posteggi di stazionamento (individuati in Piazza Stazione e nelle Località di Tonfano e Fiumetto) e al trasporto di soggetti con ridotta capacità di deambulazione.

“Il regolamento ridefinisce anche le aree di sosta dei taxi – conclude Bresciani – come in Piazza d’Annunzio e di fronte alle discoteche anche in una ottica di maggiore sicurezza per i nostri ragazzi”.