Sociale: incontri protetti, neo amministrazione “trova” uno spazio più accogliente e neutrale

Stampa, 23 ott 13:44 ·
Vai a:   articolo principale       

Incontri protetti: uno spazio più accogliente e neutrale (estraneo al conflitto) dove i genitori non conviventi possono incontrare i propri figli. Gli incontri saranno ospitati non più all’interno degli uffici sociali del Comune di Pietrasanta dove fino ad oggi si erano tenuti ma in uno spazio moderno e familiare sicuramente più adatto ad agevolare il ricongiungimento tra figlio e genitori. Per ragioni di privacy e sicurezza la nuova location non sarà resa nota.

“E’ stata una delle prime iniziative – spiega l’assessore al sociale, Elisa Bartoli – per cui ho chiesto una soluzione alternativa. Attualmente sono quattro i casi seguiti e non trovavo giusto che gli incontri protetti, quindi seguiti dai nostri operatori, si tenessero all’interno degli uffici. Abbiamo quindi individuato uno spazio esterno molto più idoneo che renderemo più accogliente anche con l’inserimento di giochi. La separazione tra due genitori è un evento che purtroppo, a volte, genera conflitti molto pesanti che ricadono sui figli che sono indifesi e subiscono anche le pressioni psicologiche di uno o dell’altro. Sono felice che finalmente il nostro comune ed il nostro assessorato sia riuscito a garantire a queste famiglie, a questi bambini, uno spazio protetto dignitoso dove coltivare il naturale rapporto tra figlio e genitori”.

Gli incontri sono monitorati dagli operatori e si tengono due-tre volte a settimana, per circa 2,5 ore, a seconda anche della casistica. “Compito di un’amministrazione – conclude la Bartoli – è assicurare ad entrambe la parti la massima sicurezza e tranquillità”.