Ricorrenza: 15 anni fa la strade di Nassiriya, Municipio illuminato con il tricolore

Stampa, 12 nov 13:01 ·
Vai a:   articolo principale       

Palazzo Municipale illuminato con il tricolore per ricordare i caduti di Nassiriya. Il 12 novembre 2003 alle 10.40 ora locale, le 8.40 in Italia, un’autocisterna forzò l’entrata della base Maestrale, presidiata dai carabinieri italiani, nella città di Nassiriya, in Iraq: i due uomini a bordo fecero esplodere una bomba. La deflagrazione fece saltare in aria il deposito munizioni. Persero la vita 28 persone di cui 19 italiani: 12 carabinieri, 5 militari dell'esercito e due civili, un cooperatore internazionale e un regista, Stefano Rolla, impegnato con la sua troupe nelle riprese di uno sceneggiato sulla ricostruzione del paese. Fu il più grave attacco subito dall’esercito italiano dalla fine della Seconda guerra mondiale che l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti vuole ricordare per non disperdere il significato del sacrificio dei nostri miliari e di tutti coloro che ogni giorno lavorano per la pace e lottano contro il terrorismo. Il Municipio, in Piazza Matteotti, resterà illuminato sin dall’imbrunire di lunedì 12 fino all’alba di mercoledì 13 novembre.

“Grazie a tutti i nostri militari e alle nostre forze dell’ordine – spiega Elisa Bartoli, vice sindaco a nome dell’amministrazione – che ogni giorno, 365 giorni l’anno, sono impegnate nel difendere la pace ed i più deboli nel nostro paese e nelle missioni all’estero”.