Sicurezza: Pietrasanta aderisce alla giornata in memoria della vittime della strada, investimenti su viabilità e rallentatori velocità

Stampa, 17 nov 13:04 ·
Vai a:   articolo principale       

Pietrasanta aderisce alla giornata nazionale in memoria delle vittime della strada. Toccata nel profondo dalle tragedie di Valentina Prisco nel 2013 e solo alcune settimane fa di Michela Sotgia, la diciannovenne studentessa travolta sul lungomare, proprio come Valentina, Pietrasanta è pronta a fare la sua parte per rinforzare le misure ed investire sulla sicurezza della viabilità e dei pedoni sul lungomare così come nel resto della città. Sono state, in tutta la Toscana, 249 le vittime di incidenti stradali nel 2016 secondo l’Istat. Tantissime. L’annuncio è dell’Assessore alla Polizia Municipale, Andrea Cosci in occasione della giornata in programma domenica 18 novembre che punta a promuovere l’adozione di iniziative volte a rendere più sicura la circolazione e a sensibilizzare gli utenti sugli effetti, troppo drammatici, che derivano dal mancato rispetto del codice della strada. Una sensibilizzazione rivolta soprattutto ai più giovani.

“Investiremo sul potenziamento della videosorveglianza con impianti di nuova generazione in grado di leggere anche le targhe con particolare attenzione ai locali notturni che la notte richiamano tantissimi giovani, ma anche su segnaletica orizzontale e stradale con l’utilizzo per esempio dei rilevatori della velocità e degli autovelox perché l’unico deterrente ad alzare il piede dall’acceleratore, a rispettare i limiti, è quello di toccare il portafogli. E naturalmente sul ripristino del manto stradale laddove presenta situazioni di pericolo che sono diverse. In parte, questo percorso è già iniziato: ad oggi sono stati ripristinati oltre 4 chilometri di asfalto. – spiega l’assessore alla Polizia Municipale – La giornata nazionale in memoria delle vittime della strada è una spinta ulteriore, per la nostra amministrazione, per rinforzare l’impegno e comunicarlo ai nostri concittadini. Lo dobbiamo a Valentina, Michela e a tutti coloro che hanno perso i propri cari sulla strada”.