Frazioni: dossi, pista ciclopedonale, telelaser e videosorveglianza in via Valdicastello, rivoluzione viabilità in nome sicurezza

Stampa, 7 dic 10:07 ·
Vai a:   articolo principale       

In nome della sicurezza. Due attraversamenti pedonali rialzati all’ingresso del paese, una serie di restringimenti sperimentali della carreggiata (chicanes) per rallentare gli automobilisti che scambiano una strada urbana in una pista, la realizzazione di una pista ciclopedonale, la presenza a sorpresa di una pattuglia della Polizia Municipale con il telelaser per multare chi non rispetta i limiti di velocità e l’attivazione, già nei prossimi giorni, di una telecamera all’intersezione tra via Sarzanese e via Valdicastello per controllare, h 24, 365 giorni l’anno, chi sale e chi scende fino alla frazione natale di Carducci. Sono le novità sul fronte della viabilità e della sicurezza illustrate dal Sindaco, Alberto Stefano Giovanetti e dall’assessore alla Polizia Municipale, Andrea Cosci ai residente in occasione dell’incontro al Cro di Valdicastello.

L’eccessiva velocità da parte degli automobilisti e motociclisti lungo via Valdicastello è una delle principali problematiche più volte sollecitate dai residenti, anche in passato, su cui la neo amministrazione comunale ha già elaborato le contromisure per cui serviranno da uno a due mesi per essere attuate: “questo progetto – ha spiegato Cosci – era in sostanza già pronto. Il commissario lo aveva dimenticato nel cassetto. I nostri obiettivi sono quelli di moderare la velocità del traffico veicolare, mettere in sicurezza pedoni e ciclisti e rendere maggiormente fruibile la strada. Stiamo predisponendo l’ordinanza per attuare le modifiche migliorative delle condizioni di sicurezza e viabilità”.

Negli scorsi giorni era stata installata, lungo la via Valdicastello, la cartellonistica che segnala la presenza di autovelox. Una novità per altro apprezzata dai residenti: “impiegheremo il tele-laser senza preavviso e periodicamente. – ha spiegato Cosci – Le sanzioni sono purtroppo l’unico linguaggio per chi non rispetta il codice della strada e per chi, nonostante la segnaletica, continua a scambiare via Valdicastello e così molti altri tratti cittadini, come un autodromo”. L’altra modifica al sistema viario è rappresentata dal restringimento della carreggiata con la creazione di una serie di chicane per obbligare gli automobilisti a rallentare così come la realizzazione di due attraversamenti pedonali rialzati adeguatamente segnalati. "Questa sperimentazione ci consentirà – spiega ancora Cosci – di realizzare un primo tratto di pista ciclopedonale per iniziare anche un percorso di mobilità sostenibile vista anche la presenza di diverse attività turistico ricettive”.

Due i limiti di velocità previsti lungo via Valdicastello: 30km/h nel tratto che comprende tutto il centro abitato e 50 km/h dall’inizio di via Valdicastello, quindi all’intersezione con la via Sarzanese, fino all’ingresso del borgo. “Con queste modifiche – conclude l’assessore alla Polizia Municipale – credo che risolveremo un problema molto sentito”.