Pontestrada: via Torraccia – via Fossetto, si torna al doppio senso dopo modifica sperimentale

Stampa, 16 gen 14:51 ·
Vai a:   articolo principale       

Pontestrada: si torna alle origini in via Torraccia e via Fossetto. Dopo la modifica sperimentale della viabilità che ha coinvolto le due arterie cittadine tra la nuova via di collegamento (via Provinciale Vallecchia – via Aurelia) e l’area della Pesa, la neo amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha deciso di tornare alle origini con la novità però dell’inserimento di due dossi che saranno installati, in una seconda fase, nel tratto di via Fossetto e via Torraccia con l’obiettivo di limitare la velocità dei veicoli. Sarà ristabilito il doppio senso di marcia in via Torraccia con limite di velocità a 30 km/h mentre in via Fossetto è confermata una sola direzione di marcia (da Pietrasanta verso Carrara) nel tratto tra via Accademia e via Torraccia. Sarà consentito l’accesso ai mezzi pesanti per le sole operazioni di carico e scarico fra viale Marconi e via Torraccia (nord-sud). La segnaletica è già stata installata. “Il monitoraggio di queste settimane – spiega Alberto Stefano Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – ha evidenziato che la modifica alla viabilità ha prodotto più disagi che benefici per i residenti e le attività commerciali che dobbiamo assolutamente tutelare. La priorità è e resta quella di ridurre la velocità con cui i mezzi percorrono questa strada e mettere in sicurezza un tratto molto trafficato. La sicurezza stradale è uno dei punti del nostro mandato. I dossi, da questo punto di vista, ed in questo particolare tratto, sono la soluzione più efficace. Ho voluto verificare personalmente, in più occasioni, l’effetto della modifica alla viabilità che ha aumentato esponenzialmente il traffico lungo via Accademia dove è presente anche la scuola. Ed anche il monitoraggio della nostra Polizia Municipale ha dato lo stesso esito. E’ semplicemente un ravvedimento di buonsenso”.

Notizia positive anche sul fronte dei frontisti della ferrovia con Rfi che installerà i pannelli fonoassorbenti probabilmente già nel 2019 lungo tutto il tratto. “Anche questo era un impegno – conclude Giovannetti – che ci siamo presi con questa frazione”.