Sociale: 497 domande per agevolazioni Tari (+8%), tra beneficiari 182 anziani e 30 partite Iva

Stampa, 28 gen 13:36 ·
Vai a:   articolo principale       

Agevolazione Tari per 497 residenti con basso reddito. Uno su tre è pensionato e vive in condizioni di difficoltà economiche: in 162 beneficeranno dell’esenzione totale della tassa sui rifiuti avendo presentato un Isee inferiore ai 9.300 euro ed avranno diritto anche al contributo per il bonus riscaldamento di 180 euro. In 40 avranno invece potranno contare sulla riduzione del 50%. Sono 36 (+8%) le domande presentate in più rispetto allo scorso anno quando erano state 461.

L’incremento della platea delle fasce deboli che potranno avere accesso alle agevolazioni è dovuto principalmente all’abbattimento del vincolo da parte dell’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti che impediva ai titolari di Partita Iva di poter richiedere l’esenzione totale o la riduzione. L’altra novità introdotta è stata l’abolizione della distinzione tra mononucleo e plurinucleo. Il parametro di riferimento resta solo l’Isee. “L’incremento del numero di richieste – analizza Elisa Bartoli, Assessore al Sociale – è principalmente dovuto ai residenti titolari di partita iva che per la prima volta hanno potuto accedere ad agevolazioni che fino ad un anno fa li escludeva e li discriminava. E’ sottointeso che si tratta di Tari abitative. La partita Iva è oggi, in molti casi, una condizione di necessità che non necessariamente significa fatturati a doppie cifre. Noi dobbiamo aiutare chi non lavora, e questo lo faremo con le ex borse lavoro, ma anche chi lavora e ciò nonostante convive con costanti fragilità economiche. Poi c’è la platea degli anziani: quest’anno riusciremo a garantire la copertura totale o parziale della Tari a 182 residenti oltre al contributo per il bonus riscaldamento”.

Tari e bonus riscaldamento sono solo due delle misure messe in campo dal Comune di Pietrasanta, in forma diretta o indiretta, per aiutare anziani e non autosufficienti che i cittadini possono consultare attraverso la guida sul sito www.comune.pietrasanta.lu.it.

Tra le misure meno note quella per le protesi odontoiatriche, i contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati, il bonus idrico di Gaia, il contributi per l’affitto, il trasporto sociale bus città, soggiorni estivi per anziani ed adulti inabili, servizio di assistenza domiciliare.