Maltempo: pioggia record ma rete idraulica tiene, picco criticità tra le 18 e le 3 di notte

Stampa, 2 feb 13:17 ·
Vai a:   articolo principale       

Il picco di piogge è stato registrato tra le 17 e le 18 sia alla stazione di Ponte di Tavole (65.4 mm in 24 ore) che di Strettoia (93.4 mm in 24 ore: era da tre anni che non pioveva con questa insistenza) ma l’emergenza è durata fino alle 3 di notte (fonte Centro Funzionale Regione Toscana). Il bilancio, al termine di una giornata ed una notte lunga in giro sul territorio a vigilare su fossi, canali e strade da parte degli uomini e donne del Centro Operativo Comunale, non ha fatto registrare danni o disagi particolarmente significativi se non alcuni piccole criticità nel momento più acuto delle precipitazioni con diverse strade rimaste al buio (via Torraccia, via Bugneta, via Aurelia Nord, via Palestro, via del Lago, via del Pagliaio, via Tremaiola, via Marconi, via San Francesco e Piazza Matteotti) ed alcuni piccoli smottamenti in via Capriglia, in via Castello, via Fondicacce-via Solaio ed in in località Le Piazze a Valdicastello dove il Comune di Pietrasanta sta provvedendo alla rimozione di sassi e terra dalla strada. Disagi alla viabilità sono stati registrati in via del Serraglio, via Pisanica che è rimasta chiusa nel tratto da via Pozzodonico e via Olmi e via Bugneta. Un’idrovora è stata montata tra via Padule e via Spirito Santo: in questo tratto il Consorzio di Bonifica ha giù pronto un progetto per superare definitivamente l’annoso problema di canalizzazione delle acque meteoriche. Previsti interventi di miglioramento della canalizzazione anche in via Provinciale Vallecchia.

Il lavoro preventivo sulla rete idraulica messo in atto dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti e dal Consorzio di Bonifica in questi mesi ha permesso alle acque piovane, cadute per alcune ore in quantità eccezionale, di defluire regolarmente evitando allagamenti e disagi per la popolazione e per le imprese. Il Sindaco, Giovannetti che per tutta la notte è stato in collegamento con il Centro Operativo Comunale, ha voluto personalmente visionare insieme al Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi e alla funzionaria, Laura Bandelloni alcune delle situazioni da migliorare e risolvere per cui sono in programma già gli interventi come in via Pontenuovo al Pollino. “Quando piove con questa intensità – spiega il primo cittadino, Giovannetti – gli effetti sono spesso imprevedibili e l’unico strumento che abbiamo a disposizione è la prevenzione. Il grande lavoro preventivo di pulizia e regimazione delle acque che abbiamo portato avanti in questi mesi, in coordinamento anche con il Consorzio di Bonifica, ci mettono in condizione di concentrarci sugli interventi di potenziamento da fare su canali e fossi dove l’attenzione deve restare alta. Dispiace vedere dentro canali e fossi rifiuti di ogni genere spesso in quantità industriale: i primi tutori del nostro territorio dobbiamo essere noi, singolarmente come cittadini. E’ inaccettabile che in un comune che gestisce i rifiuti in modo molto scrupoloso come il nostro con il servizio di porta a porta ed impianti di conferimento sempre aperti si debba rimuovere, ad ogni pulizia chili e chili di plastica, bottiglie, polistirolo, lattine che rappresentano un potenziale pericolo in queste situazioni. E’ un danno collettivo ma molta gente non se ne rende conto. L’attenzione resterà al massimo fino a che non cesserà l’allerta meteo”.

Poche le segnalazioni arrivate anche all’UrpWeb. Il Centro Operativo Comunale è stato chiuso intorno alle 3 di notte ma l’attenzione resta alta fino alla fine dell’allerta meteo.