Tradizioni: è qui la festa, San Biagio da record

Stampa, 2 feb 12:57 ·
Vai a:   articolo principale       

E’ qui la festa! Tutto pronto per San Biagio a Pietrasanta. La festa fiera dei record con i suoi 240 espositori in programma domenica 3, giorno di San Biagio e lunedì 4 febbraio (giorno di San Biagino) confida nella clemenza del meteo per esprimere tutto il suo potenziale. Promossa dal Comune di Pietrasanta sono tante, come ogni anno, le iniziative tra sacro e profano, che accompagnano la due giorni: devozione, agricoltura e filiera corta, artigianato e opere dell’ingegno, enogastronomia e menu speciali nei ristoranti, cultura ed arte con musei e mostre ma anche shopping e divertimento. “Se il tempo ci aiuterà sarà una grande festa, come sempre, per le famiglie e per chi è devoto al santo protettore della gola. San Biagio rappresenta – spiega il primo cittadino, Alberto Stefano Giovannetti – un momento di grande partecipazione religiosa ed affettiva della nostra comunità”.

Benedizione della Gola. Le celebrazioni sacre di San Biagio si svolgeranno come di consueto presso il Duomo di San Martino: domenica 3 febbraio con tre funzioni religiose, la prima alle 10.30, la seconda alle 12.00 con la Santa Messa e alle 18.00 con la Solenne celebrazione presieduta Mons. Giovanni Santucci, il Vescovo di Massa Carrara – Pontremoli. Due le funzioni religiose previste per lunedì 4 febbraio: alle ore 9.00 e alle ore 17.00. La Benedizione della Gola sarà possibile domenica 3 febbraio nei momenti in cui non è celebrata la liturgia e lunedì 4 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle 17.00.

La fattoria in Piazza Matteotti. Dagli alpaca del Perù alla pecora del Suffolk, ma anche falchi, gufi, pappagalli, conigli da tutto il mondo, lepri selvatiche, il bue maremmano e di razza chianina: sono solo alcuni dei curiosi animali che trasformeranno Piazza Matteotti in una grande ed allegra fattoria. In programma tanti momenti dedicati ai bambini e alla conoscenza degli animali con il mini-circuito per cavalcare in sella ad asini e pony, esibizioni con la mula domata, gimkane a cavallo oltre alle spettacolari specialità equestri. Ed ancora dimostrazione di monta spagnola con cavalli andalusi, di Obedience, Disco-dog ed Agility Dog grazie all’associazione El Perro Loco con la possibilità di mettere alla prova il proprio cagnolini in un percorso ad hoc. Non mancano maniscalchi e le figure mitiche della fattoria con la Società Italiana Mascalcia.

Cibo, ingegno ed artigianato. I prodotti tipici lungo il viale Oberdan, la filiera corta degli agricoltori in Piazza Crispi, l’artigianato ed i magnifici hobbisti di CoseVive e Quercetarte nella cornice di Corte Lotti e Corte dei Glicini ed il Luna Park in Piazza Tommasi: saranno 240 complessivamente gli espositori protagonisti di San Biagio arrivati da tutta la Toscana e da molte regioni italiane. Presenti anche numerose associazioni. E per i più piccoli animazione, musica e laboratori in Piazza Statuto.

Menu enogastronomico. 19 ristoranti per 19 menu. Il San Biagio del gusto inizia prima: lunedì 28 gennaio in ristoranti, osterie, enoteche e cantine di Pietrasanta che fino a lunedì 4 febbraio propongono il meglio della cucina locale versiliese e toscana. I ristoranti che partecipano all'iniziativa sono 19, come 19 sono i menù speciali scelti per l'occasione. Carne, pesce e vegetariano, l'obbiettivo è quello di accontentare tutti i palati e tutte le tasche. I prezzi, convenienti, vanno dai 25 ai 40 euro, sia a pranzo che a cena. Il menu con le singole proposte dei ristoranti è in distribuzione presso ristoranti, bar, hotel e punti turistici della Versilia e può essere scaricato sul sito www.comune.pietrasanta.lu.it in formato digitale così come il programma completo.

Luna Park. Il Luna Park di San Biagio in Piazza Tommasi (ex Pesa) è una delle attrazioni del mese di febbraio. Ben 24 tra attrazioni e giochi tradizionali allestite per intrattenere i tanti visitatori fino al 10 febbraio. I ritardi hanno costretto gli organizzatori a posticipare la “Festa degli Studenti”: le riduzioni – circa 3.600 quelle donate alle scuole pietrasantine – saranno valide in martedì 5 e mercoledì 6 febbraio.

Non solo tradizione. San Biagio, a Pietrasanta, non poteva che essere anche arte e cultura. Tutti aperti i musei cittadini e le mostre (ingresso libero): il Museo dei Bozzetti “Pierluigi Gherardi” presso il Centro Culturale Luigi Russo nel Chiostro di S. Agostino domenica 3 febbraio dalle 16.00 alle 19.00 e lunedì 4 febbraio dalle 14.00 alle 19.00; Museo padre “Eugenio Barsanti”, inventore del motore a scoppio, presso Palazzo Panichi domenica 3 febbraio dalle 16.00 alle 19.00 e lunedì 4 febbraio dalle 16.00 alle 19.00; Museo Archeologico Versiliese “Bruno Antonucci” a Palazzo Moroni, domenica 3 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 e lunedì 4 febbraio dalle 16.00 alle 19.00. Da non perdere la retrospettiva di Romano Cosci “Le mani e l'anima” ospitata all’interno della Chiesa ed Chiostro di S. Agostino che resterà aperta al pubblico domenica 3 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 e lunedì 4 febbraio dalle 16.00 alle 19.00. E’ un nuovo allestimento quello della Sala delle Grasce con l’artista Gianmarco Passerini ed il suo “Il lungo viaggio nel mondo onirico”: apertura domenica 3 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 e lunedì' 4 febbraio dalle 16.00 alle 19.00. E per i curiosi di storia c’è la Sala del Coniglio in via del Marzocco che torna ad essere aperta al pubblico, in via eccezionale, domenica 3 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 e lunedì dalle 16.00 alle 19.00.