Cultura: “La memoria è carta viva” a Raffaello Bertoli, premio alla memoria per scrittore versiliese

Stampa, 6 feb 13:06 ·
Vai a:   articolo principale       

Il premio “La memoria è carta viva” a Raffaello Bertoli. Bertoli è stato un protagonista indiscusso della scena culturale e della vita pubblica della Versilia.

Il riconoscimento, giunto alla quarta edizione ed assegnato dal comitato archivio artistico documentario Gierut, sarà consegnato domenica 10 febbraio, alle ore 11.30, presso la scultura monumento di Marta Gierut in via Enrico Pea. Promosso con il patrocinio del Comune di Pietrasanta, Fondazione Versiliana, Museo “Ugo Guidi” di Forte dei Marmi e l’associazione La Fenice di Pietrasanta il premio è stato conferito in passato a Dario Ballantini, Romano Battaglia (alla memoria), Umberto Guidi e Andrea Bocelli.

Alla premiazione sono attesi la figlia, Stefania, insieme a letterati, artisti ed estimatori del lavoro di Bertoli per cui, dopo l’introduzione iniziale di Ludovico Gierut, Manrico Testi leggerà alcune delle liriche e dei brani tratti dai suoi scritti. Prevista la partecipazione del Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e del Senatore, Massimo Mallegni.

Raffaello Bertoli è stato giornalista, poeta, scrittore ed esperto d’arte del Novecento. E’ stato Presidente del Premio Nazionale di Poesia intitolato a Giosuè Carducci, dal 2000 al 2010, ed ha lavorato per i quotidiani La Nazione ed il Tirreno, oltre che collaborato con La Stampa, Il Gazzettino, Il Giornale, la Gazzetta di Parma. Ha inoltre collaborato con importanti riviste e periodici come Grazia e Epoca. Negli anni 70 ha collaborato con Televersilia e con Tele Ciocco. Negli anni 80 ha collaborato con Il Giornale della Versilia con una pagina firmata con lo pseudonimo “Bertoldo”, fu anche caporedattore della redazione de Il Libeccio.