Sociale: dal 28 stop al Rei (Reddito Inclusione), ecco modalità per chiedere Reddito di Cittadinanza

Stampa, 13 feb 09:17 ·
Vai a:   articolo principale       

Il Rei, il Reddito di Inclusione, va in pensione per far posto al Reddito di Cittadinanza.

Dal 28 febbraio non saranno più i comuni a gestire le domande e le risorse destinate ai cittadini che vivono in condizioni di disagio o povertà. Dal 6 marzo entreranno infatti in vigore sia il reddito di cittadinanza che la pensione di cittadinanza: i moduli potranno essere richiesti o scaricati sul sito www.redditodicittadinanza.gov.it (previa autenticazione), presso gli sportelli di Poste Italiane o CAAF convenzionati.

Le domande per il reddito di inclusione potranno essere presentate fino al 28 febbraio 2019.

Nel 2018 sono stati 114 i beneficiari del reddito di inclusione a fronte di 300 domande presentate.

Le domande escluse sono state sospese o andate in decadenza per la mancanza di Isee, che è un documento essenziale per accompagnare la domanda, o in altri casi a causa del percepire l’indennità di disoccupazione.

“I nostri uffici – assicura Elisa Bartoli, Assessore al Sociale - forniranno ai residenti tutte le informazioni preventive per guidare i residenti verso questa nuova opportunità”.