Scuole: 300mila euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per prevenzione incendi, 8 milioni di euro per sicurezza, accoglienza e servizi

Stampa, 18 feb 13:28 ·
Vai a:   articolo principale       

500mila euro di investimenti sulla prevenzione e incendi delle scuole materne e primarie comunali in tre anni. 300mila euro saranno finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il Comune di Pietrasanta ha ottenuto un finanziamento per l’edilizia scolastica, in tre trance, da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che consentirà di realizzare gli importanti interventi di adeguamento alle prescrizioni di prevenzione incendi. 40mila euro saranno erogati nel 2019, 130mila euro nel 2020 ed altri 130mila euro nel 2021.

L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ci metterà altri 225mila euro portando così il finanziamento per le scuole ad oltre mezzo milione di euro. “Il prossimo triennio – spiega Francesca Bresciani, Assessore alla Pubblica Istruzione e ai Lavori Pubblici – sarà strategico dal punto di vista della sicurezza dei nostri edifici scolastici. Stiamo investendo risorse, impegno ed attenzione per migliorare le nostre scuole, renderle sicure, accoglienti e all’altezza delle aspettative dei genitori sia con interventi di ordinaria amministrazione, che stanno proseguendo anche in queste settimane, che straordinari. Nei prossimi anni investiremo complessivamente intorno agli 8milioni di euro sulle nostre scuole tra cui 6milioni solo per il nuovo plesso unico di Tonfano, che vedrà la luce sulle ceneri delle scuole di via Catalani grazie ad un finanziamento regionale ed un altro milione per l’efficientemente energetico della Mutti e della Forli. A settembre riavremo anche lo Scibidù a disposizione”.

I primi sei mesi di amministrazione Giovannetti sono stati caratterizzati da una grandissima attenzione proprio per il settore scuola a confermare gli impegni con i cittadini: “sto visitando personalmente tutti i plessi – spiega ancora la Bresciani – raccogliendo le segnalazioni degli insegnanti e dei genitori ed insieme agli uffici abbiamo iniziato a dare risposte concrete sia dal punto di vista degli interventi ma anche dei servizi. Abbiamo per esempio attivato il pre-scuola e ridotto le tariffe degli asili nido per 280 famiglie, attivato progetti paralleli durante il pomeriggio ed i campus di Natale. La qualità della vita di una comunità si misura dalla qualità delle sue scuole: è questa è linea che intendiamo seguire”.