Viabilità: asfalto devastato dalle radici, al via primo lotto interventi nella Marina

Stampa, 20 mar 14:47 ·
Vai a:   articolo principale       

Strade sfondate dalle radici degli alberi: al via il primo lotto di interventi programmati dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti. Saranno diversi i tratti, in questa prima fase, ad essere messi in sicurezza eliminando finalmente la presenza delle radici che hanno reso la percorrenza di molte strade, soprattutto per gli utenti deboli della strada come ciclisti e motociclisti, pericolose ed impraticabili. I primi interventi interesseranno i tratti pericolosi di via Catalani angolo via Colombo, via Pascoli tra via Roma e via Carducci, via Cipro, via Doninzetti angolo via Toscana e viale Morin di fronte alla Versiliana.

“Si tratta – spiega il primo cittadino – di una prima risposta che sarà rinforzata, nelle prossime settimane, anche da un primo programma di asfaltature straordinarie che stiamo definendo. Nei prossimi tre anni investiremo più di un milione di euro per ristabilire le condizioni ottimali di sicurezza e viabilità in molte strade cittadine. Abbiamo un impegno con la comunità che intendiamo mantenere che possiamo sintetizzazione in strade sicure, sia dal punto di vista della viabilità che della percorribilità, interventi per ridurre la velocità laddove non vengono rispettati i limiti, in particolare nei centri abitati e riqualificazione dei marciapiedi malmessi”.

Nel frattempo proseguono anche i ripristini stradali dopo gli interventi di allaccio delle fognature eseguiti da Gaia Spa tra il 2015 ed il 2017 e da altri gestori. Da luglio ad oggi sono stati quasi 4 i chilometri di ripristini sollecitati dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ed eseguiti dalle ditte che hanno consentito di restaurare le condizioni ottimali dell’asfalto nei punti interessati dagli interventi. I ripristini hanno interessato nelle scorse settimane molti tratti di Focette e Strettoia, oltre a Marina di Pietrasanta e Capriglia. I prossimi cantieri interesseranno – già in corso - la viabilità di Strettoia, Valdicastello e centro città e più precisamente.