Sociale: Giornata Mondiale sull’Autismo, il Municipio illuminato di blu per sette giorni

Stampa, 29 mar 13:29 ·
Vai a:   articolo principale       

Il Municipio si dipinge di blu per la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

Lo storico edificio che ospita il Comune di Pietrasanta, in Piazza Matteotti, si illuminerà di blu in occasione della giornata mondiale, istituita nel 2007, per sensibilizzare l’opinione pubblica su un disturbo che riguarda una quota sempre maggiore della popolazione e per stimolare l’impegno al miglioramento dei servizi e alla promozione della ricerca.

L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovanetti ha infatti raccolto l’invito dell’associazione Semplicemente Genitori, una delle tante associazioni che ha aderito alla Consulta del Volontariato, e della Presidente della Commissione Sociale, Sandra Da Prato, tra le promotrici dell’iniziativa, di amplificare il messaggio della giornata attraverso un evento di grande visibilità ed impatto.

A Pietrasanta la giornata sull’autismo durerà però una settimana. “Il Municipio sarà illuminato di blu, il colore simbolo dell’iniziativa, per una settimana – spiega Elisa Bartoli, Assessore al Sociale – perché vogliamo dare ancora maggiore forza ad un tema delicato e allo stesso tempo difficile come quello dell’autismo nel contesto delle singole famiglie e del sistema comunità. La nostra amministrazione, e lo sta dimostrando con i fatti ogni giorno, è molto attenta nel garantire alle famiglie il massimo sostegno e soprattutto una fase di ascolto sempre aperta, elemento indispensabile se vogliamo una città senza barriere architettoniche fisiche e mentali. L’autismo, e così la disabilità, continuerà ad essere un handicap fino a quando non cadranno queste barriere. E noi stiamo lavorando per abbatterle ogni giorno”.

“Ci sono ragazzi che sono sfortunati perché malati. – spiega il Presidente della Commissione, Da Prato - Ci sono ragazzi autistici che nella loro mente soffrono perché non riescono ad interagire, giocare, parlare, avere amici. In questa giornata, e non solo, dobbiamo essere tutti uniti a sostegno della ricerca scientifica per individuare sempre più precocemente questo tipo di malattia e scoprire nuovi interventi per curarlo”.