Sicurezza: piano ventennale per il viale Apua, ogni anno 15 nuovi tigli per assicurare futuro verde

Stampa, 11 apr 14:45 ·
Vai a:   articolo principale       

Un albero nuovo al posto di un albero abbattuto, caduto o malato. Ma nel caso del viale Apua questa ottimistico obiettivo sarà addirittura superato. I nuovi tigli, 21 in totale, andranno in parte a sostituire i 15 abbattuti negli ultimi anni a causa di cedimenti e malattie.

Il piano ventennale che l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti si appresta a mettere in campo per sostituire progressivamente i titanici tigli del viale Apua porterà alla sostituzione o ripiantumazione di 15-20 nuove piante ogni anno. Sono 237 gli alberi nelle aree pubbliche che il Comune di Pietrasanta, attraverso i suoi tecnici, sta tenendo da anni sotto controllo per evitare cadute improvvise e conseguenze ben più gravi per passanti e automobilisti. Uno su quattro si trovano lungo proprio il viale Apua che rappresenta uno dei simboli naturali della comunità. Il piano ventennale del viale Apua prevede la sostituzione o piantumazione in sequenza dei tigli per garantire uniformità all’intervento e alla crescita delle alberature. Non solo nuove palme sul lungomare, quindi dove saranno rimosse anche le ceppaie rimaste dagli abbattimenti, l’amministrazione Giovannetti vuole garantire un futuro verde alla comunità.

“Dove c’era un albero vogliamo piantare un nuovo albero e attivare un percorso serio e responsabile, così come abbiamo fatto per il bosco della Versiliana per sostituire il patrimonio arboreo compromesso da funghi e malattie. – spiega il primo cittadino, Alberto Stefano Giovannetti – Il taglio degli alberi è l’estrema ratio. I nostri tecnici stanno facendo un lavoro paziente e costante proprio per evitare il taglio delle piante con monitoraggi praticamente mensili. Le piante che sono state tagliate sono malati terminali per cui non ci sono più cure o rimedi e rappresentano un pericolo per tutti noi. Il nostro obiettivo, a lungo raggio, deve essere quello di sostituire ogni pianta abbattuta in maniera intelligente e razionale. Per questo abbiamo attivato un fondo speciale che ci consentirà di continuare un programma a lunga scadenza, che andrà oltre il nostro tempo, per garantire la presenza di piante, in questo caso tigli, al nostro viale principale e alla città. Amministriamo per il presente ma dobbiamo gettare basi solide per il futuro. Investiremo ogni anno manutenzioni, potature, nuove piantumazioni e conservazione del patrimonio arboreo. Pietrasanta sarà una città sempre più verde”.