Scuola: inaugurato il murales di “Pinocchio” alla Lorenzini, lavoro a quattro mani tra studenti artistico e bambini

Stampa, 30 apr 15:53 ·
Vai a:   articolo principale       

Hanno scelto una delle immagini chiave del celebre favola di Pinocchio: quella in cui celebre burattino di legno riabbraccia Geppetto nella bocca della Balena che lo aveva salvato dalla tempesta. Un’immagine che guarda al futuro, fuori dalla bocca che profuma di speranza e colori. Inaugurato alla scuola dell’infanzia Lorenzini il murales realizzato a quattro mani insieme agli studenti del Liceo Artistico Stagio Stagi (indirizzo arti figurative). Il disegno è stato realizzato da Filippo Lenzoni in collaborazione con Luna Barbato, Aurora Del Corto e Maddalena Santanchè. Promosso dall’Istituto Comprensivo 1 il progetto è stato presentato ed illustrato in occasione dell’inaugurazione del murales che si è tenuta alla scuola martedì 30 aprile alla presenza del dirigente Nella De Angeli, degli insegnanti Stefano Paolicchi, Nadia Cozzi e Vanna Giorgetti e della dirigente del liceo artistico Mirella Bertagna.

Presenti tutti i protagonisti di questo percorso che ha messo in relazione il liceo artistico, quindi una scuola superiore, ed una scuola dell’infanzia. “Con questo progetto – ha detto il dirigente, De Angeli – le scuole hanno fatto rete, gli studenti sono stati coinvolti in una elaborazione creativa permante il cui risultato è ben evidente nel murales che hanno realizzato. Con questi progetti crescono gli studenti e cresca la scuola”.

All’inaugurazione non hanno voluto mancare il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti insieme all’assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Bresciani e ai consiglieri comunali, Irene Nardini e Antonio Tognini. “La sinergia tra scuole e studenti di età diverse genera sempre risultati imprevedibili. – ha detto il primo cittadino – La nostra amministrazione sta investendo ed investirà molto, come da tempo non accadeva, per migliorare le scuole, la didattica ed i servizi alle famiglie. I primi risultati credo siano già abbastanza evidenti. La nostra amministrazione è molto attenta alle richieste dei docenti e delle famiglie. Stiamo lavorando per dotare la nostra città di strutture nuove, e penso al polo di Marina che è completamente finanziato, e al polo di Strettoia di cui stiamo valutando la fattibilità, e per migliorarle con manutenzioni ordinarie e puntuali. Da padre e poi da nonno voglio per miei figli e nipoti scuole sicure: è giusto che i genitori le pretendano. Ed un’amministrazione come la nostra deve saper concretizzare queste pretese”.

E’ la seconda collaborazione tra scuole di gradi diversi che si concretizza in pochi mesi. L’altra ha messo in reta l’indirizzo Agrario dell'Istituto Tecnico Don Lazzeri Stagi e la scuola Santini di Tonfano. “Questo progetto – ha spiegato la Bresciani – mette nelle condizioni i ragazzi di vivere un’esperienza didattica molto diversa perché età anagrafiche diverse, come in questo caso, portano allo sviluppo della curiosità e della capacità di relazione. Elementi di cui avranno un grande bisogno in futuro”.